ALZHEIMER, UNA SFIDA ANCHE DISTRETTUALE

Posted on
E’ stata sottoscritta la convenzione per l’anno 2014 tra l’Unione dei Comuni del Distretto Ceramico e l’Associazione Sostegno Demenze (ASS.S.DE.), per interventi di sostegno a favore di persone anziane affette da demenza e dei loro familiari.

Era presenti alla firma, il Sindaco di Formigine e Assessore ai Servizi Sociali dell’Unione Franco Richeldi e il Presidente dell’Associazione Tonino Rovatti. L’obiettivo condiviso è quello di favorire la domiciliarità e sostenere la famiglia quale primo e più importante ambito di riferimento per la persona in difficoltà.

 

In particolare, si sottolinea l’importanza del rimanere nel proprio ambiente di vita, non solo fisico, ma anche relazionale, e la necessità di costruire una rete di attori e di servizi che rendano possibile e reale questo obiettivo, attraverso l’utilizzo di tutte le risorse disponibili nel territorio.

L’Associazione Sostegno Demenze ha reso noto a marzo che su una popolazione distrettuale di circa 120.000 unità, sono oltre 2.000 le persone affette da demenza, delle quali circa 1.400 colpite da Alzheimer; cifre date in raddoppio entro il 2030. Si tratta di numeri da vera emergenza socio-sanitaria e la risposta più efficace sta nel rendere più efficace l’operatività della rete dei servizi.

L’Ass.S.De mette in campo un centro di ascolto, attivo presso la sede in piazza San Paolo, 4 a Sassuolo, tutti i giorni dalle 9 alle 12,30, per ascoltare i bisogni dei familiari, dare loro informazioni, orientarli sui servizi socio-sanitari (tel. 0536 812984); gruppi di auto-aiuto, coordinati dallo psicologo e da un responsabile Ass.S.De, aperti a chiunque senta la necessità di confrontare la propria esperienza con quella di altre persone, nella ricerca di nuovi ed efficaci metodi di gestione del malato; formazione e informazione, attraverso i media, seminari specializzati e convegni; consulenza giuridico-legale, per aiutare le famiglie nella soluzione di problematiche delicate; sostegno domiciliare attraverso pause-sollievo che offrono ai familiari di persone affette da demenza, la possibilità di usufruire di pause di sollievo, grazie all’intervento di personale qualificato.

Per lo svolgimento delle attività, l’Ass.S.De impegna prioritariamente i propri associati volontari ed in particolare quelli residenti nell’ambito territoriale del Distretto.