TUTTI MATTI PER LE OASI

Posted on
Si è concluso il 31 marzo il corso di falegnameria che ha visto collaborare “matti” e “stranieri” per la costruzione di nidi per le Oasi del nostro territorio.

L’iniziativa -dal titolo “Tutti matti per le Oasi”- è stata promossa da una pluralità di soggetti del mondo dell’Associazionismo – Polisportiva Quarantolese, Italian Art of Living, Fattoria didattica, falegnameria “Il dolce tarlo”  – e sviluppata grazie al sostegno del servizio Social Point (progetto del Dipartimento di Salute Mentale dell’Azienda Usl in gestione al Consorzio di Solidarietà Sociale di Modena) in rete con le Associazioni ed i Comuni attivi sulle Oasi di Medolla, S. Possidonio, Mirandola, Concordia.

La rete ha poi aderito al progetto “Scosse Solidali”– l’epicentro che unisce le generazioni”, finanziato dal Ministero del Lavoro e delle Politiche Sociali di cui capofila è l’associazione Auser Volontariato, un progetto finalizzato allo sviluppo di proposte di cittadinanza attiva per la ricostruzione “post sisma” di una maggiore coesione sociale tra pari e di legami intergenerazionali ed interculturali.
Proprio grazie a “Scosse solidali” è stato possibile creare un legame tra gli studenti del Centro Territoriale Permanente e gli utenti del Centro di Salute Mentale che, insieme, si sono trovati per 5 mercoledì per costruire, insieme, una cinquantina di nidi che in autunno andranno poi a collocare nelle oasi.

Norberto, utente del Centro di Salute Mentale “E’ stata una bella esperienza ma è durata troppo poco, dobbiamo trovare un modo per continuare il progetto. Collaborare con gli stranieri? Non me ne sono accorto, non mi pare ci siano diversità, abbiamo lavorato, parlato, mangiato, ci siamo divertiti ed abbiamo costruito nidi!”

“Sarà bello ripetere l’esperienza e magari pensare di allargarla a tutta la provincia di Modena!” conclude Franco, l’insegnante del corso.


SCOSSE SOLIDALI – L’epicentro che unisce le generazioni
Il progetto “Scosse Solidali – l’epicentro che unisce le generazioni” nasce dall’idea di sostenere le proposte di cittadinanza attiva, volte alla ricostruzione di una maggiore coesione sociale tra pari e di legami intergenerazionali ed interculturali nel territorio di Mirandola.
Il progetto, finanziato dal Ministero del Lavoro e delle politiche Sociali è stato creato e voluto dall’Associazione di Volontariato Auser di Modena.

Nel territorio di Mirandola si sono attivati vari enti ed Associazioni: Auser di Mirandola, Polisportiva Quarantolese, Associazione Volontari Aquaragia, Aquaragia, Centro Territoriale Permanente, Associazione La Pica, Informatici Senza Frontiere, Guardie Ecologiche Volontarie, La Raganella, Centro Servizi per il Volontariato.

Assieme hanno programmato varie attività tra cui un corso di Zumba Gold, gratuito, avviato dal 17 marzo per 8 lunedì dalle 14.45 alle 16.15 presso la Palestra Brunatti di Mirandola. Il corso è rivolto a chi da tempo non pratica sport o ha piccole limitazioni fisiche.

Dal 16 Aprile si avvierà il Corso di cucina interetnico“Cucina Mondo” presso la Polisportiva Quarantolese, dalle 19 alle 21. Saranno preparati vari piatti di diversa provenienza geografica: Marocco, Ciad, Giappone, Cina, Italia, alcuni dei paesi di cui gli studenti del Centro Territoriale Permanente ci insegneranno la cucina. Il corso è gratuito.

Due corsi per divertirsi, unendo generazioni e culture diverse.