SCOMMETTI CHE SMETTI?

Posted on
Un appuntamento consolidato per i modenesi quello con “Scommetti che smetti?”, il concorso a premi promosso da Azienda USL e Policlinico di Modena per contrastare la diffusione della dipendenza tabagica. Una sfida lanciata ogni anno ai fumatori, organizzata in collaborazione con l’Associazione “Gli Amici del cuore”, la LILT (Lega italiana per la lotta contro i tumori) e numerosi partner del territorio.

Grazie alla capacità di proporre ai numerosi fumatori modenesi un’alternativa di salute e un incentivo all’abbandono della sigaretta, il concorso in questi ultimi anni ha coinvolto 2.519 persone in un percorso per diventare non fumatori e ha attribuito oltre 200 premi. Nella nostra provincia 167mila fumatori Secondo i dati 2008-2012 di PASSI – il sistema di monitoraggio della salute della popolazione adulta che effettua analisi a campione – nella provincia di Modena il 29% degli adulti 18-69 anni fuma sigarette (30% nel solo 2011); questa stima corrisponde a oltre meno di 167 mila persone

Il valore modenese è in linea con quello del monitoraggio regionale (29% di fumatori). La percentuale di fumatori appare minore nei comuni di montagna (23%) rispetto al Comune capoluogo di provincia (30%) e ai Comuni di collina/pianura (28%). Tra i fumatori adulti, il 2% è un fumatore occasionale, cioè fuma meno di una sigaretta al giorno, e il 31% è un forte fumatore, ovvero consuma più di un pacchetto al giorno. I fumatori quotidiani hanno dichiarato di fumare in media 14 sigarette al giorno. Nei ragazzi la percentuale di chi fuma ogni giorno cresce dallo 0,2% degli 11enni, allo 0,8% dei 13enni e al 10% dei 15enni.

L’abitudine al fumo è più diffusa negli uomini che nelle donne (rispettivamente 34% contro 24%) e tra i 25-34enni (36%). In provincia di Modena il 37% dei fumatori ha dichiarato di aver provato a smettere di fumare negli ultimi 12 mesi, pari ad una stima provinciale di poco più di 63 mila persone; tra questi la maggior parte (85%) ha ripreso a fumare, l’11% non fuma più da meno di sei mesi (cioè è un fumatore in astensione) e il 4% è riuscito nel tentativo in quanto ha smesso da più di 6 mesi ed è classificabile come ex fumatore in base alla definizione dell’Organizzazione mondiale della sanità.

Come partecipare al concorso “Scommetti che smetti?” è una ottima occasione per compiere un passo decisivo nell’abbandonare l’abitudine al fumo.

Si rivolge alle persone maggiorenni residenti/domiciliate in provincia Modena che hanno fumato almeno una sigaretta al giorno nell’anno precedente al concorso, alle quali è richiesto di abbandonare la sigaretta almeno fino al 25 maggio. Al termine del periodo di astensione, attraverso un’estrazione tra tutti i partecipanti e l’effettuazione di test non invasivi per verificare l’effettivo abbandono del fumo, sono individuati i vincitori. Questi sono premiati in occasione di una cerimonia pubblica che si svolge sabato 7 giugno 2014 presso il Centro Commerciale La Rotonda.

Il 30 aprile sarà l’ultimo giorno utile per le iscrizioni, raccolte direttamente on-line sul sito www.scommettichesmetti.it

Moduli di iscrizione sono inoltre disponibili presso i Centri Antifumo dell’Azienda USL di Modena.

I premi in palio Sono oltre 30 i premi in palio in questa edizione di “Scommetti che smetti?”: tablet, smartphone, una bicicletta elettrica, weekend vacanza, coupon relax alle terme, buoni acquisto, cene, un check-up dermatologico, ingressi ed abbonamenti ad attività sportive, culturali e serate danzanti, una festa di compleanno “smoke free”, attrezzature sportive. L’elenco dettagliato è disponibile sul sito.

Le novità dell’edizione 2014
“Scommetti che smetti?” nel corso degli anni ha sempre rinnovato le proprie attività di comunicazione, ampliando la rete di partner che ne sostengono la realizzazione. Attraverso il sito web, è possibile lanciare una sfida a un amico o a un parente: compilando un apposito modulo, lo si inviterà a fare una scelta di salute mettendo in gioco la propria tenacia attraverso la partecipazione al concorso.

Federconsumatori e SPI-CGIL mettono in palio un premio per un testimone, la persona che sfida un fumatore che intraprende il percorso di abbandono della sigaretta e lo affianca con il proprio supporto e aiuto. Si aggiungono ai partner che sostengono il concorso tre Palestre Etiche della provincia di Modena, che associano alla lotta al fumo la promozione della sana attività motoria: la palestra Equilibra di Modena, il Club Giardino e la palestra Sana Line di Carpi.

Le Palestre Etiche sono strutture che, nell’ambito di un progetto regionale, sono impegnate a rispettare la salute degli sportivi e a collaborare con la sanità pubblica per promuovere attivamente la salute. Nuovi protagonisti arrivano poi dal territorio carpigiano: il Carpi FC offre in palio un abbonamento alla prossima stagione calcistica, mentre il Circolo Polisportivo Giliberti premia gli iscritti ARCI che smetteranno di fumare.

Anche Arcigay Modena scende in campo, promuovendo attivamente il concorso nei luoghi ricreativi della propria comunità di riferimento e sostenendo con proprie iniziative di comunicazione la lotta al fumo. Si conferma poi la volontà di operare in contesti dove può essere ancora più difficile rinunciare all’abitudine tabagica.

Grazie ad appositi interventi degli operatori sanitari e dei volontari, i detenuti della Casa Circondariale Sant’Anna di Modena possono partecipare a questa attività più di “gioco e di sfida” per abbandonare le sigarette, grazie all’Associazione Carcere-Città.

I sostenitori dell’iniziativa Non solo nuovi partner, ma anche il vanto di aggregare numerosi soggetti che, nel tempo, hanno confermato il loro impegno per la lotta al fumo. “Scommetti che smetti?”, è organizzato in collaborazione con la LILT (Lega italiana per la lotta contro i tumori), con l’Associazione “Gli Amici del cuore” e insieme a: Provincia di Modena; Ordine provinciale dei Medici Chirurghi e degli Odontoiatri di Modena; IPAVSI (Collegio infermieri professionali, assistenti sanitari, vigilatrici d’infanzia) Modena; Federfarma Modena; Confindustria Modena; LAPAM Confartigianato Imprese; Emilia-Romagna Teatro Fondazione; AVIS (Associazione Volontari Italiani Sangue) Modena; Associazione Carcere-Città; Associazione “La nostra voce”; Circolo Polivalente Giliberti; Arcigay Modena; Federconsumatori Modena; SPI-CGIL (Sindacato Italiano Pensionati); CSI (Centro Sportivo Italiano); UISP (Unione Italiana Sport per Tutti); Palestre Etiche Equilibra di Modena, Club Giardino e Sana Line di Carpi; Modena FC; Carpi FC; Consorzio Modena a Tavola; Consorzio Il Mercato; E.Leclerc Conad e Centro commerciale La Rotonda; Radio Stella; SMA; Gambro; CNH Industrial.

Tutti questi soggetti condividono gli obiettivi del Programma Promozione della salute (PPS) della provincia di Modena. I Centri Antifumo A Modena e provincia sono attivi i Centri Antifumo, che offrono informazioni, consulenze, trattamenti per la cessazione del consumo di tabacco. In particolare i centri organizzano corsi intensivi di gruppo per smettere di fumare, condotti da personale appositamente formato.

Molta attenzione viene posta anche alla prevenzione delle ricadute per consolidare nel tempo i risultati raggiunti con il corso.

L’accesso ai Centri Antifumo è libero, non è necessaria la richiesta del medico.

A Modena sono anche attivi i Centri Antifumo della Lega Italiana Lotta ai Tumori e quello Interdipartimentale dell’Azienda Ospedaliero – Universitaria Policlinico di Modena

Per informazioni sul concorso e per conoscere sedi ed orari dei Centri Antifumo: • 800 033 033 (numero verde gratuito del Servizio Sanitario Regionale dell’Emilia Romagna) • www.scommettichesmetti.it