PROMOZIONE DEI DIRITTI DELLE PERSONE CON DISABILITÀ: QUALI PROSPETTIVE?

Il 24 febbraio 2014 si celebra il quinto anniversario della ratifica della Convenzione sui diritti delle persone con disabilità prevista dalla Carta dell’ONU e in occasione di questo anniversario la Fondazione Vita Indipendente organizza a Modena alle ore 17 del 24 febbraio presso la Palazzina Pucci (via Canaletto 110) un incontro pubblico per fare il bilancio del piano del programma di azione biennale per la promozione dei diritti delle persone con disabilità.

La Fondazione Vita indipendente, che riunisce Asp Caritas, Comune di Modena e cinque associazioni (Uildm, Aisla, Aut Aut, Anffas, Insieme a Noi) nasce con lo scopo di prendersi cura del futuro delle persone disabili, per garantire loro un aiuto nell’intraprendere e proseguire un percorso di vita autonoma e indipendente dal nucleo famigliare.

La Fondazione si propone in primo luogo di realizzare soluzioni abitative dotate di tutti gli strumenti e gli ausili necessari all’autonomia della singola persona disabile, con le sue peculiarità e le sue esigenze, ideando progetti innovativi che contribuiscano a valorizzare ogni capacità residua degli utenti nella gestione della vita quotidiana.

All’incontro del 24 febbraio, coordinato da Benito Toschi e Giorgio Prampolini (rispettivamente presidente e vicepresidente di Fondazione Vita Indipendente), interverranno: Giorgio Pighi, Sindaco di Modena; Pietro Vittorio Barbieri, Presidente Federazione Italiana Superamento Handicap e Coordinatore del Forum Nazionale del Terzo Settore; Massimo Marcon, Direttore Attività Socio Sanitarie AUSL Modena; Cecilia Camellini, campionessa mondiale paraolimpica di nuoto; Antonio Finelli presidente UNI.C.A.P.I.; Piera Nobili, presidente C.E.R.P.A. Italia Centro Europeo di Ricerca e Promozione dell’accessibilità.