A CARPI SI PARLA DI LEGGE DI STABILITÀ CON EDO PATRIARCA

“Dopo la Legge  di Stabilità, come riagganciamo il Benessere?”. Questo il titolo dell’appuntamento che si terrà Lunedì 16 Dicembre dalle ore 20.30 presso la Casa del Volontariato di Carpi (via Peruzzi 22). Parteciperà al convegno l’onorevole Edoardo Patriarca membro del gruppo interparlamentare per il Terzo Settore.

Programma
Inizio Lavori – ore 20.30
Carlo Fontanesi Presidente Consulta Volontariato

Tavola Rotonda:Dopo la Legge  di Stabilità, come riagganciamo il Benessere?
Introduce e Coordina Giovanni Taurasi Presidente Consiglio Comunale di Carpi
partecipano:
On. Edoardo Patriarca, membro del gruppo interparlamentare per il Terzo Settore
Barbara Bulgarelli, direttrice CNA Carpi
Riccardo Prandini, Sociologo Università degli Studi di Bologna

La legge di stabilità, delle larghe intese ci restituirà il bicchiere mezzo vuoto. Rimarrà il fatto concreto, e lo sa bene chi vive quotidianamente il territorio, che i cardini su cui abbiamo costruito il nostro benessere -intervento Pubblico, Famiglia e Piccola Media Impresa- oggi vacillano. C’è una sfida epocale che dovremmo affrontare nei prossimi anni: nuovi bisogni e nuovi servizi, contrastare il disagio sociale e le insicurezze collettive riformulando il paradigma di posizionamento del pubblico. Come coniugare politiche più efficaci, a minor costo e altamente capacitanti, creando processi virtuosi tali per cui il raggiungimento del benessere  rappresenti un’opportunità per il territorio, l’economia e la società nel suo insieme? Quali risorse e forze si pensa di mobilitare in quest’ottica in cui il pubblico ritirandosi dal governo e dalla gestione della vita della comunità, rafforza il proprio ruolo agendo in modo nuovo. Ciò esige un ripensamento, forte, della vita dell’assetto e dei confini delle comunità,se ancora è possibile definirle tali,della loro solidarietà interna,con un crescita degli spazi di partecipazione, e di autogoverno.
Se si condivide questo pensiero va  posto in termini nuovi e più avanzati il ruolo del Terzo Settore,dello Stato e del Mercato.
Secondo Welfare, sistema integrato, sussidiarietà circolare un nome lo troveremo. Attraverso un percorso di cooperazione si possono sperimentare sinergie e trovare nuove risorse per produrre vera innovazione sociale e dare risposte alle nuove domande ed ai bisogni dei cittadini. Domande e bisogni che,  in una democrazia occidentale industriale ed  evoluta sanno di semplici  diritti

Il Forum del Terzo Settore di Modena è un’associazione senza scopo di lucro costituita il 5 Dicembre 1997, con il fine di rappresentare, nell’ambito della provincia di Modena, i valori e le istanze del Terzo Settore e promuovere, valorizzare e potenziare l’azione del volontariato, dell’associazionismo, della cooperazione sociale, dell’economia sociale, della mutualità volontaria, della solidarietà sociale e internazionale.
Aderiscono al Forum Provinciale di Modena un totale di 110 Organizzazioni di cui 98 di primo livello  ( 44 di Volontariato,36 di Promozione Sociale,18 di Cooperazione Sociale) e 12 di secondo livello presenti su tutto il territorio provinciale.
Proseguiamo, con questa giornata, il nostro percorso di approfondimento , per offrire occasioni di confronto alla cittadinanza. Con fiducia nei nostri percorsi e con uno sguardo sempre aperto verso i compagni di strada. Cercando di essere lievito,arricchire il dibattito politico, ed individuare e offrire luoghi e spazi concreti di incontro e confronto anche tra i diversi portatori di interessi.