QUANDO LE STRADE DEL MONDO SI INTRECCIANO

Posted on
Interviste, slideshow, postazioni multimediali, testimonianze dei partecipanti, installazioni e oggetti delle raccolte del Museo, in sinergia tra loro per consentire al visitatore di comprendere il senso di un percorso partecipato. Sono questi gli elementi al centro della mostra “Strade” al Museo civico archeologico etnologico di Palazzo dei Musei di Modena (largo Sant’Agostino) che inaugurerà domenica 15 dicembre.

Le strade dalle quali la Terra viene percorsa, modellata, unita o separata: è questo il tema su cui il Museo e la Casa delle Culture in collaborazione con docenti dell’Ateneo, hanno lavorato da settembre 2012 a giugno 2013 con un gruppo di cittadini modenesi provenienti da quattro continenti.

A partire dalle strade rappresentate o evocate dai materiali esposti in Museo si sono intrecciate le testimonianze raccolte, partecipate e discusse nel gruppo. Il dialogo ha congiunto idealmente le strade di Argentina, Congo, Albania, Marocco, Colombia, Romania, Russia, Turchia, Ucraina, Filippine, Perù, Togo, Camerun, Costa D’Avorio, Bangladesh. E dal dialogo è nata la struttura della mostra, che sarà allestita nella Sala Boni del Museo, e si svilupperà in quattro sezioni: Lungo la strada; In strada; Perdersi e trovarsi; Le nostre strade.

Come per gli altri progetti partecipati del Museo negli anni scorsi, è stata realizzata con il contributo dell’Ibc (Istituto per i beni artistici, culturali e ambientali della Regione Emilia-Romagna) l’agenda interculturale 2014, in omaggio all’inaugurazione e successivamente in vendita. In considerazione del potenziale educativo e comunicativo della mostra, il Museo ha elaborato per le scuole di Modena una proposta di visita per favorire la riflessione sulle proprie strade e la scoperta di nuove strade. Le visite, guidate dai curatori della mostra, sono rivolte gratuitamente alle scuole primarie e secondarie del Comune di Modena.