VIGNOLA IN CAMPO CONTRO IL GIOCO D’AZZARDO

Posted on
E’ attivo a Vignola “Azzardo Point”, un nuovo servizio gestito da L.A.G. – Libera Associazione Genitori, e rivolto a tutti i cittadini toccati, in modo diretto o indiretto, dal problema sempre più diffuso della dipendenza dal gioco d’azzardo. Ma non si tratta dell’unico progetto al via in questi giorni per celebrare i dieci anni dalla nascita della cooperativa sociale…

Di Chiara Tassi

La “piaga” del gioco d’azzardo è un dramma che coinvolge in Italia milioni di persone: secondo i dati forniti dal CNR e aggiornati al 2012, su 17 milioni di italiani che hanno giocato, 2 milioni sono giocatori a rischio minimo e invece un milione è un giocatore ad alto rischio o addirittura già patologico.
Allarmanti anche i dati relativi ai minorenni, per i quali qualsiasi forma di gioco, Gratta & Vinci compresi, è illegale. Dai dati 2011 risulta che il 47% dei giocatori ha tra i 15 e i 19 anni, e l’8% di questi ha tra i 6 e gli 11 anni.

Per poter avere informazioni e un aiuto concreto i cittadini toccati direttamente o indirettamente dal problema del gioco, ma anche chi ha qualche semplice curiosità da soddisfare, si possono rivolgere tutti i mercoledì pomeriggio dalle 15 alle 18 allo sportello “Azzardo Point” in via Selmi 5 (telefono 334/7105045) dove un operatore di LAG saprà fornire risposte e aiuto a chi lo desidera.

Il progetto è diventato realtà grazie alla collaborazione tra il Comune di Vignola, che ha messo a disposizione il locale, la Fondazione di Vignola, che ha dato un finanziamento, e LAG, che mette a disposizione gli operatori e l’esperienza maturata in oltre 30 anni di supporto alle persone vittime di dipendenze, fragilità e disagio e alle loro famiglie.

“Il gioco d’azzardo – ha detto Alessia Pesci, Presidente di LAG Cooperativa – rappresenta un problema al tempo stesso grave e sommerso. In questi casi riuscire a creare una rete di aiuti che coinvolge l’Amministrazione, la Fondazione di Vignola, il Sert e le associazioni che operano sul territorio, diventa fondamentale per poter offrire aiuti concreti. Attraverso questa rete è possibile penetrare nel tessuto sociale, informare i cittadini dei rischi e fornire loro un aiuto qualificato”.

Il progetto “Azzardo Point” è nato in un contesto, quello dell’amministrazione comunale di Vignola, da tempo attento e sensibile al problema crescente del gioco d’azzardo. La giunta comunale ha infatti sottoscritto il “Manifesto dei sindaci per la legalità contro il gioco d’azzardo”, promosso da Terre di mezzo e Legautonomie, cui hanno sin’ora aderito 200 Comuni d’Italia, ma anche lanciato il censimento, sul territorio comunale, dei “Locali no slot”, con realizzazione di vetrofanie per gli esercizi commerciali “virtuosi” che rinunciano a installare slot machine.

Accanto all’Azzardo Point partirà proprio in questi giorni anche un altro servizio “di prossimità” rivolto a tutti i cittadini: lo psicologo in farmacia, un momento di ascolto, orientamento e sostegno da parte di psicologi e psicoterapeuti dello studio Anemos per tutti coloro che stanno affrontando un periodo di disagio o difficoltà. Lo psicologo in farmacia è un servizio gratuito che si svolge una volta alla settimana presso la farmacia comunale Attilio Neri di Vignola (via Enrico Caruso 85/e – tel 059/767440) dalle 13 alle 19 previo appuntamento da prendere direttamente in farmacia. 

L’”Azzardo Point” e “Lo psicologo in farmacia” sono due progetti che si inseriscono tra le iniziative per celebrare i 10 anni della nascita di LAG cooperativa sociale.

Vuoi saperne di più su L.A.G. – Libera Associazione Genitori e i suoi progetti (tra cui “Rien ne va plus-servizio per il gioco d’azzardo)? Clicca qui