NESSUN AUMENTO DEI FONDI AL SERVIZIO CIVILE

Posted on
Li aveva annunciati la scorsa settimana l’on. Francesca Bonomo (PD) al Seminario sulla riforma del servizio civile (clicca qui per leggere l’articolo), ma non hanno passato l’ok della 5ª Commissione permanente Bilancio: le risorse risultano già impegnate!

Arriva una nuova doccia fredda sul futuro del servizio civile. Il Governo infatti, attraverso il sottosegretario di Stato per l’Economia e le finanze, l’on. Alberto Giorgetti (PdL), ha espresso parere contrario su due emendamenti del Partito Democratico che puntavano a rifinanziare il servizio civile nazionale. In particolare il primo emendamento chiedeva uno stanziamento aggiuntivo al Fondo nazionale del servizio civile di 25 milioni di euro già per quest’anno. Il secondo prevedeva un incremento del Fondo di 50 milioni sia per il 2014 che per il 2015.

Il Sottosegretario Giorgetti, nella riunione di giovedì scorso della 5ª Commissione permanente Bilancio, ha sollevato dubbi sulla copertura finanziaria degli emendamenti, ritenuta “inidonea, stante il fatto che le relative risorse risultano già impegnate”. “In linea generale – ha spiegato l’on. Giorgetti – il Governo ritiene che lo strumento della decretazione d’urgenza non possa essere utilizzato come mero contenitore di norme eterogenee, essendo necessario mantenere una tendenziale omogeneità del tessuto normativo”. Dello stesso parere il Presidente della 5ª Commissione, il senatore Antonio Azzollini (PdL), che ha espresso pertanto indicazione di contrarietà all’approvazione dei due emendamenti “pro servizio civile”.

Se questi due emendamenti fossero passati, il prossimo Bando volontari avrebbe visto almeno 18 mila avvii e il servizio civile avrebbe potuto contare per i prossimi anni su un finanziamento finalmente stabile intorno ai 120 milioni, sufficienti per avviare circa 20 mila volontari a Bando.