MOVIMENTO CONTRO L’ISTIGAZIONE ALL’ODIO – NO HATE

Posted on
L’utilizzo del web consente la creazione, la pubblicazione, la diffusione e l’utilizzo di contenuti in vari modi, creando spazi per la creatività, la comunicazione e la partecipazione. Una campagna rivolta ai giovani e alle associazioni che vogliono sposare la causa.

Lo sviluppo dei social networks ha incrementato il livello di partecipazione giovanile nello spazio virtuale in svariati modi, sia consentendo i rapporti tra pari e lo sviluppo di nuove conoscenze che la condivisione di contenuti e di opinioni personali. Tali nuove opportunità sono sfide ma al contempo anche minacce per i giovani che possono essere vittime o autori di azioni di violazione dei diritti umani e anche se l’interazione on line è democraticizzata e non  censurabile, non può essere priva di valori.
Da qualche anno l’istigazione on line all’odio è divenuta una delle forme più diffuse di abuso dei diritti umani con conseguenze negative molto gravi sia nel mondo reale che in quello virtuale .

L’ISTIGAZIONE ALL’ODIO COSI’ COME DEFINITA DAL COMITATO DEI MINISTRI DEL CONSIGLIO D’EUROPA E’ ESPRESSIONE DI TUTTE LE FORME DI DIFFUSIONE ED INCITAZIONE ALL’ODIO RAZZIALE, ALLA XENOFOBIA, ALL’ANTISEMITISMO E AD ALTRE FORME DI INTOLLERANZA, ESPRESSIONE DI NAZIONALISMI, DISCRIMINAZIONE NEI CONFRONTI DI MI NORANZE, DI MIGRANTI. ALTRE FORME DI DISCRIMINAZIONE SONO LA MISOGINIA, L’ISLAMOFOBIA, LA CRISTIANOFOBIA E TUTTE LE FORME DI PREGIUDIZIO CI RCA L’ORIENTAMENTO SESSUALE E DI GENERE.

 

La campagna contro l’istigazione all’odio on line è un progetto gestito dal settore gioventù del Consiglio d’Europa, che partito nel 2012 si protrarrà fino al 2014 e mira a combattere il razzismo e le forme di discriminazione on line, fornendo ai giovani e alle associazioni le competenze necessarie per riconoscere e svolgere azioni contro le violazioni dei diritti umani.
L’intero progetto è un tributo alla partecipazione giovanile che nasce dalla proposta dei giovani rappresentanti del Consiglio Consultivo dei Giovani del Consiglio d’Europa ed è stato appoggiato dal Consiglio congiunto dei Giovani del Consiglio d’Europa ove vengono prese insieme le decisioni tra giovani leader e rappresentanti istituzionali relativamente alle politiche, alle priorità e ai programmi nel settore gioventù.

Lo strumento della campagna di sensibilizzazione si rende necessaria per aumentare la consapevolezza circa il cambiamento di attitudini e la mobilitazione delle persone nel sostenere insieme i diritti umani on line. E’ anche un modo per coinvolgere ed unire coloro che portano avanti valori ed obiettivi comuni.
La campagna – movimento contro l’istigazione all’odio è rivolta ai giovani dai 13 ai 30 anni che si uniranno on line attraverso la costituzione di una comunità di giovani motivati a discutere ed attuare azioni contro l’incitazione al l’odio on line.

UNA CAMPAGNA GIOVANILE
La campagna prevede diverse consultazioni, incontri preparatori con esperti, operatori nel settore dell’animazione socio- educativa e giovani, assicurando così non solo un’azione di sensibilizzazione per i giovani ma soprattutto dei giovani e con i giovani. La gioventù gioca un ruolo cruciale nella campagna sia nella sua adesione on line che nelle altre attività dove si può essere sostenitori importanti.

UNA CAMPAGNA PER I DIRITTI UMANI ON LINE
La campagna non ha l’obiettivo di limitare la libertà di espressione on line, tantomeno di reciproco gradimento su internet, ma è indirizzata contro l’istigazione all’odio on line in tutte le sue forme, comprendendo quelle che colpiscono maggiormente i giovani, come l’intimidazione e l’odio via internet. La campagna è focalizzata sull’educazione ai diritti umani, la partecipazione giovanile e la formazione sui media.

UNA CAMPAGNA SFACCETTATA
Gli scopi della campagna sono:

Sensibilizzare circa il tema dell’istigazione all’odio on line e ai rischi che rappresenta per la democrazia e per i giovani.

Promuovere l’educazione ai media ed a internet.

Aiutare i giovani a difendere i diritti umani on line e non.

Abbassare la soglia di tolleranza concernente l’istigazione all’odio on line.

Mobilitare, formare e creare una rete di attivisti on line che proteggano i diritti umani.

Disegnare una mappa dell’istigazione all’odio on line e sviluppare gli strumenti per combatterla.

Sostenere e testimoniare la solidarietà alle persone e ai gruppi colpiti dall’istigazione all’odio on line.

Sostenere lo sviluppo e il consenso degli strumenti politici Europei che combattono l’istigazione all’odio.

Sviluppare la partecipazione e la cittadinanza on line.

Sebbene la campagna è on line ed è basata su attività on line, numerose altre importanti attività possono essere proposte quali corsi formativi, seminari, conferenze, eventi giovanili e festival.
Il progetto è stato disegnato anche in modo da tener conto dell’importanza delle diversità locali e linguistiche consentendo così l’accesso alle differenti culture nazionali. D’altra parte, tutti gli aspetti sull’istigazione all’odio devono essere tenuti presenti quando si analizza il problema e si attuano azioni, così come occorre considerare le motivazioni, i contenuti, il tono, il contesto e le potenziali implicazioni.
La campagna evidenzia l’importanza del coinvolgimento delle comunità scolastiche, come anche dell’educazione non formale e dell’animazione socio-educativa.

MAGGIORI INFORMAZIONI E CONTATTI
Per informazioni generali sulle attività giovanili condotte dal Consiglio d’Europa:
www.coe.int/youth
Per maggiori informazioni circa attività specifiche di questo progetto:
www.coe.int/youth; email: youth.nohatespeech@coe.int