ARREDI PIONEER PER LE ZONE TERREMOTATE

Posted on
Quasi 2500 oggetti di arredamento a disposizione per le zone terremotate dalla metà di giugno, donati dalla Pioneer Investments di Milano, società del gruppo Unicredit, grazie ad un progetto che nasce dai territori di Novi e Moglia, fra i più devastati dal sisma del maggio 2012. Le associazioni residenti nei comuni colpiti dal sisma possono presentare domanda, ed anche contribuire alla fase iniziale di trasporto e smistamento della donazione, dalla Lombardia all’Emilia.

400 scrivanie, 360 cassettiere , 300 armadi, oltre 600 sedie, oltre 100 tavoli ed altri accessori da ufficio, per un valore di oltre 300mila euro. Pioneer Investments, dovendo trasferire la propria sede, ha deciso di donare tutti questi arredi alle zone maggiormente colpite dal terremoto, coinvolgendo le associazioni “ Tutti Insieme a Rovereto e S. Antonio Onlus” e “Moglia 2015”, oltre ai Comuni di Novi (di cui Rovereto è frazione) e Moglia. Altro partner importante è la Protezione Civile di San Giuliano Milanese, che coordinerà la fase di trasferimento degli arredi dal centro di Milano ai magazzini di transito, sistemati a Moglia e a San Giuliano Milanese.

Le richieste da presentare per ottenere gratuitamente questi arredi posso essere fatte sia dalle associazioni che dalle amministrazioni comunali delle aree emiliane terremotate sino al completo esaurimento delle disponibilità.

 

Il trasferimento degli arredi nei magazzini di transito sarà realizzato dal 4 al 16 giugno. Vedrà impegnati volontari della protezione Civile di San Giuliano con la collaborazione di tutto il comprensorio sud-est di Milano. Inoltre saranno impegnati volontari delle Associazioni Moglia 2015 e Tutti insieme a Rovereto e S. Antonio – Onlus. In totale si prevedono 12 giorni di lavoro con un impegno di 500 giorni/uomo. Anche a livello di mezzi l’impegno sarà molto importante impegnando dai due ai tre camion giorno oltre ad un numero importante di Daily, Ducati e Pick-up. La logistica sarà a cura della Protezione Civile di S. Giuliano che metterà a disposizioni spazi per la notte per coloro che si fermeranno a dormire a Milano ed il vitto sia per il pranzo che per la cena.
Le attrezzature necessarie alla esecuzione del trasloco saranno reperite per quanto possibile tramite gli specialisti e per il rimanente acquistate a cura delle due associazioni. Sulla base delle richieste pervenute e per quanto sarà possibile si provvederà a rendere disponibile immediatamente quanto richiesto in modo da alleggerire l’impegno dei magazzini e ridurre sensibilmente le operazioni di carico e scarico.

Tutte le realtà interessate al materiale, ed anche se possibile ad aiutare nel trasloco, possono contattare Angela Malagola, mail rovereto@avismodena.it, e Mario Zanini, mail zanini@risorsei.it.