ABITI E ACCESSORI CHE NON USIAMO PIÙ? DONIAMOLI A L’ARCA E DIAMOGLI NUOVA VITA!

Posted on
Domenica 9 e domenica 16 giugno 2013 si terrà, in molte parrocchie modenesi, la raccolta diocesana di abiti usati organizzata dalla Caritas e dall’associazione di volontariato Porta Aperta.  Per sapere se la tua parrocchia aderisce all’iniziativa è possibile chiamare la Caritas allo 059/2133847.

di Laura Solieri

L’obiettivo è di raccogliere abbigliamento di tutti i tipi e taglie, naturalmente pulito e in buono stato. Si raccolgono anche accessori e scarpe, il tutto deve essere confezionato in sacchetti di plastica chiusi. Il materiale raccolto sarà poi consegnato dalle parrocchie presso il centro di recupero, riuso e riciclaggio di Porta Aperta, L’Arca, in strada Cimitero San Cataldo 119.

Il materiale raccolto verrà impiegato per le attività e gli interventi della Caritas diocesana, a favore delle persone povere e in difficoltà.

E a proposito de L’ Arca, L ‘Arca Charity shop, il temporary store dell’associazione di volontariato Porta Aperta nel mese di giugno, dopo aver aperto a dicembre in Via Dei Servi 24, chiuderà l’attività con un bilancio estremamente positivo.

“Da sempre mi piace vestire vintage e sapere che il ricavato derivante da ciò che acquisto contribuisce al sostegno delle attività di una onlus, mi fa venire in questo negozio ancora più volentieri!” afferma con un sorriso Paola, tenendo in una mano una borsetta di pelle e nell’altra un vestito con fantasie anni Settanta. Sono tante le opinioni positive raccolte tra i clienti che in questi mesi hanno frequentato a Modena L’Arca Charity Shop, secondo punto vendita temporaneo de “L’Arca” di Strada Cimitero San Cataldo 119, presso il quale si sono venduti vestiti, scarpe, biancheria, borse e accessori vintage donati gratuitamente dalla cittadinanza e venduti a prezzi inferiori a quelli di mercato, che ha rappresentato la prima esperienza di charity shop a Modena.

“Era ora che anche in questa città si sperimentasse questo tipo di esperienza commerciale e sono grata a Porta Aperta per aver realizzato questo temporary shop che spero tanto si ripeta” esclama Federica, commessa volontaria del negozio “Ho vissuto per un po’ in Inghilterra dove frequentavo spesso i charity shop e quando ho scoperto che ne apriva una nella mia città non ho potuto non offrire qualche ora del mio tempo per sostenere questa bella iniziativa”.

“Giravo per il centro di Modena per trovare un regalo di compleanno per mio padre e quando mi sono imbattuto in questo negozietto sono entrato subito, incuriosito – sorride Stefano – Ho comprato una cravatta firmata che a mio padre è piaciuta tantissimo e poi con calma sono tornato la settimana dopo e mi sono preso una giacca, rigorosamente vintage, a un prezzo accessibile per le mie tasche, il cui ricavato, per di più, andrà in beneficenza! Ho segnalato il negozio a tutti i miei amici!”.

Tutti i proventi derivanti dalle vendite serviranno a sostenere le attività di Porta Aperta (www.porta-aperta.org), attiva sul territorio modenese dal 1978 a sostegno delle persone senza dimora e in condizioni sociali, economiche e sanitarie precarie.

Per chi non ha ancora fatto un salto in via Dei Servi 24 a Modena, approfitti di questi ultimi giorni!