SEI PRONT@ A PARTIRE? I CAMPI ESTIVI DEL SERVIZIO CIVILE INTERNAZIONALE

Posted on
Il Servizio Civile Internazionale (SCI) è un’organizzazione internazionale di volontariato che da più di 90 anni promuove attività e campi di volontariato sui temi della pace e del disarmo, della cooperazione e della solidarietà internazionale, degli stili di vita sostenibili, della cittadinanza attiva e dell’educazione interculturale.

Coopera con le proprie strutture internazionali e partner locali in circa 70 paesi nel mondo, impegnando volontari giovani e adulti e realtà locali allo scopo di raggiungere risultati concreti e creare legami di solidarietà tra gente proveniente da background geograficamente, culturalmente e socialmente differenti. I progetti di volontariato possono essere a breve termine (campi di volontariato di 2-4 settimane) o a lungo termine (LTV, dai 3 ai 12 mesi) e possono trattare temi diversi (antirazzismo, solidarietà internazionale, pace e antimilitarismo, ambiente). Ai campi partecipano gruppi internazionali di volontari e la caratteristica principale è che sono sempre organizzati in collaborazione con associazioni locali che rispondono meglio ai bisogni territoriali. I progetti sono sempre svolti all’insegna della concretezza e basati sulla filosofia “fatti, non parole”, ma allo stesso tempo prevedono una parte di studio che lo SCI organizza in relazione alle campagne ed alle attività di sensibilizzazione che di volta in volta porta avanti. Il Servizio civile Internazionale infatti è animato da uomini e donne che, con sensibilità e rispetto, hanno voglia di attivarsi sia all’interno dei propri territori di appartenenza, sia nel resto del mondo, cercando di cambiare tutte quelle scelte politico-economiche basate sulla mercificazione dei beni comuni e lontane da una democrazia che sia realmente partecipativa. Vivere e lavorare insieme a persone provenienti da background diversi aiuta i volontari a rompere pregiudizi e stereotipi. In questo senso, il volontariato può essere considerato come uno stile di vita e come dimostrazione della reale possibilità di un mondo più solidale e pacifista.

Cos’è un campo
I campi di volontariato dello SCI sono un’occasione di scambio e arricchimento reciproco dove si vive e si lavora insieme a volontari da tutto il mondo. Si supportano varie attività di utilità sociale con diversi temi (protezione ambientale, animazione con i bambini, attività con rifugiati, organizzazione di festival culturali, lavori manuali ecc). Ogni gruppo è supportato da un Coordinatore del Campo, sono previsti giorni liberi, possibilmente escursioni, una parte studio (dove si affronta in chiave teorica il tema del campo). Il lavoro dura dalle 4 alle 7 ore al giorno, a seconda del progetto del campo. L’obiettivo dei campi è di stimolare i partecipanti e le comunità locali alle tematiche SCI (stili di vita sostenibili, cittadinanza attiva, tematiche di genere, pace e lotta alle disuguaglianze) cercando di coinvolgere tutte le fasce di età e di includere soggetti svantaggiati e d emarginati. I Campi sono un modo per essere attivi nella collettività e di prender parola in merito agli squilibri sociali in maniera alternativa da come proposto dal mondo della cooperazione classica e del turismo. Ritrovarsi in una comunità completamente diversa dalla propria e convivere con volontari locali e altri internazionali vi permetterà di immergervi nella quotidianità di culture e popoli differenti, acquisendo così nuove consapevolezze e chiavi di lettura per interpretare realtà . Le attività sono un pretesto per conoscersi, confrontarsi e mettersi alla prova, infatti sono fra le più svariate: dall’animazione per ragazzi, ad attività manuali (restauri, pittura) da attività legate alla tutela ambiente ad altre legate all’inclusione sociale. Sono lavori per i quali non sono richieste competenze specifiche, se non adattabilità al contesto, alla vita spartana, al lavoro di gruppo. In quest’ottica, un campo del Servizio Civile Internazionale non è solo un’esperienza di volontariato, ma è un modo per risvegliare e indirizzare il nostro attivismo, per ampliare la nostra visione del mondo e, infine, per provare a concretizzare i nostri ideali sociali. È entusiasmante sapere quante persone in questi anni “sono passate attraverso lo SCI”, chi per lungo tempo, chi per la breve durata di un campo di volontariato. Per moltissimi questa esperienza ha contributo alla propria crescita, ha stimolato a intraprendere cammini e ad allargare i propri orizzonti, a cambiare direzione o continuarla con più motivazione. Il fatto di essere un’Associazione con una storia così lunga e articolata alle spalle, ci pone continuamente davanti a nuove sfide: dar vita a nuovi campi che diano ai partecipanti la possibilità di esprimere e sperimentare al meglio la propria cittadinanza attiva, mettendosi in gioco in prima persona superando le barriere ideologiche e culturali che caratterizzano la nostra società, con particolare attenzione ai problemi attuali ma, al tempo stesso, cercando di mantenere in vita tutti gli ideali che tradizionalmente animano lo SCI. Un’ulteriore sfida è rappresentata dalla crisi economica che stiamo vivendo, con conseguenze evidenti anche per il mondo del volontariato. In questa prospettiva, un campo può essere considerato come un nuovo modo di impegnare il proprio tempo libero, per migliorare la comunità, la città e persino il mondo in cui viviamo, e allo stesso tempo una nuova tipologia di “viaggio” che, abbandonando l’ottica del mero spettatore tipica del turista, ci permetta di integrarci davvero con le nuove realtà con cui si viene a contatto. Auguriamo quindi una buona stagione campi a tutti, nella speranza che possiate trovare, questa estate, in un campo SCI quella opportunità di contribuire al cambiamento quanto mai urgente nel contesto storico in cui viviamo.

Contatti info@sci-italia.it www.sci-italia.it
* Ufficio Comunicazione Servizio Civile Internazionale Italia

Campi di volontariato all’estero
Segnaliamo due delle centinaia di campi tra cui è possibile scegliere visitando il sito: www.workcamps.info.

Progetto Chiriboga – Ecuador 1-28 luglio 2013

Il progetto Chiriboga è situato a circa 50 chilometri a sud est di Quito, ad un’altezza di 1600 metri e ha come obiettivo la protezione di un’area di circa 200 ettari nella quale si trovano esemplari di flora e fauna in via di estinzione. La fondazione, grazie ai volontari internazionali, sta promuovendo all’interno della popolazione le basi per il riciclo dei rifiuti, sta piantando nuovi alberi e insegnando ai bambini i principi dell’agricoltura forestale. Questo per sensibilizzare, fin da piccoli, gli abitanti locali alla cura e al rispetto dell’ambiente.

Questo progetto fa parte dei programmi Nord/Sud. I volontari dovrebbero avere 20 anni, precedente esperienze di volontariato e prendere parte alle formazione (1 e 2 livello) di preparazione organizzati dallo SCI Italia. Maggiori informazioni: campisud@sci-italia.it

Tel: 065580644/661

Asylum seeker centre (BE-SCI 1.2) Belgio 12-27 luglio 
Il Centro di Rixensart (http://www.fedasil.be/Rixensart/news) si occupa di supportare i richiedenti asilo nella prima fase delle procedure, offrendo loro un sostegno materiale, ma anche e sopratutto di socialità e interazione.
L’obiettivo principale del campo è promuovere la comprensione interculturale e organizzare attività ludiche e ricreative per tutti gli ospiti del centro, ma soprattutto per i bambini.
I volontari saranno perciò impegnati nell’organizzazione di workshop di diverso genere, dal teatro all’autoproduzione, dalla musica allo sport.
Sarà anche un’occasione preziosa per conoscere le procedure di accoglienza del Belgio e confrontarle con quelle degli altri paesi, in Europa e nel resto del mondo.

Contatti workcamps@sci-italia.it o www.workcamps.info

Consulta la mappa dei campi dello SCI in Italia http://g.co/maps/nqvzn

Campi nel Sud del mondo
Specialmente in estate, i partner e le branche SCI organizzano campi di lavoro volontario, come nel nord del mondo, anche in Asia, Africa, America Latina e Mediterraneo (Vicino Oriente e Nord Africa). Puoi consultare l’elenco provvisorio sul sito www.workcamps.info/icamps/search.html?view=camps. Quello definitivo verrà distribuito durante gli incontri di formazione obbligatori. I campi nel Sud del mondo presentano spesso contesti più difficili da gestire di quelli nel Nord del mondo. Per questo prima della partenza sono previsti incontri formativi che, per i campi del periodo primavera-estate, si dividono in primo e secondo livello.

Gli incontri di formazione sono consultabili su questo link: http://sci-italia.it/index.php/40-nuovi-prima-pagina/nuovi-prima-pagina2/299-formazioni-nord-sud-2013

Formazioni gratuite per coordinare un campo

Il coordinatore fa da tramite tra chi ospita il progetto del Campo di Volontariato ed il gruppo di volontari internazionali, stimolando le discussioni all’interno del gruppo, occupandosi in generale dell’organizzazione e delle relazioni con l’associazione che ha organizzato il campo. E’ importante inoltre ricordare che il coordinatore è a sua volta un volontario che partecipa alle stesse attività degli altri e per il quale, al pari degli altri, non sono previste retribuzioni. Lo SCI offre gratis la partecipazione ad uno dei nostri 3 seminari di formazione per coordinatori:

Sardegna: dal 10 al 12 maggio 2013

Torino: dall’8 al 9 giugno 2013

Roma: dall’8 al 9 giugno 2013

Per candidarsi o ricevere informazioni scrivere a: workcamps@sci-italia.it

o contattare la Segreteria Nazionale al numero 065580644. 

Info e iscrizioni centralizzate:

campisud@sci-italia.it

www.sci-italia.com

Associazione: Servizio Civile Internazionale, via Cruto 43 00146 Roma (zona Marconi)
Tel. 065580644; cell. 3465019990 e 3897918068 info@sci-italia.it
Autore: Irene Masala, Ufficio Stampa Servizio Civile Internazionale