IL 25 APRILE A MODENA TRA RACCONTI E MUSICA

Posted on
Avranno il loro culmine in un pomeriggio di festa tra parole e musica, con il concerto gratuito di Teresa De Sio in piazza XX settembre, le celebrazioni per il 68esimo della Liberazione a Modena, quest’anno dedicato al ruolo delle donne, che inizieranno la mattina del 25 aprile con la messa in Duomo celebrata dall’Arcivescovo monsignor Antonio Lanfranchi alle 10, il corteo in centro con la banda cittadina, l’omaggio al sacrario della Ghirlandina alle 10.45, e la manifestazione in piazza Grande alle 11.30 con il sindaco Giorgio Pighi e il presidente della Provincia Emilio Sabattini.

Nel pomeriggio, dopo la sfilata della banda cittadina “A. Ferri” su via Emilia da Largo Garibaldi (partenza alle 15.30) a piazza Torre con concerto finale, in piazza XX settembre alle 16.30, avrà inizio la “Festa per tutti”.

“Anche quest’anno il ritorno di una festa popolare in piazza, tra parole e musica – spiega l’assessore alla Cultura del Comune, Roberto Alperoli – vuole restituire al 25 aprile il calore sociale e il sentimento della libertà garantita per tutti dalla Costituzione, con un evento civile, pubblico e gratuito, per festeggiare insieme. Questo modo di ricordare il 25 aprile – sottolinea Alperoli – vuole essere un’incessante ricostruzione di un legame di felicità con un giorno che ha dato libertà e dignità a ognuno, cioè a tutti, e per questo deve essere patrimonio di tutti.”

Dopo i saluti del sindaco, aprirà la manifestazione l’intervento musicale di Barbara Gobbi, giovane cantautrice e chitarrista selezionata dal Progetto Sonda del Centro musica del Comune di Modena e vincitrice del “Tour Music Fest 2010 (presidente di giuria Mogol) come “Best songwriter of the year”.

Seguirà la lettura pubblica in forma di spettacolo intitolata “Stanche di guerra, testimonianze femminili di Resistenza e Democrazia”, a cura dell’Istituto storico di Modena e del Centro documentazione donna per la regia di Irene Guadagnini. Saranno 16 i rappresentanti di istituzioni, associazioni e diverse realtà cittadine ai quali è affidata la lettura di testi tratti da diari e racconti di donne, non solo modenesi, che hanno partecipato attivamente alla lotta di liberazione e alla costruzione della democrazia italiana a partire dal dopoguerra.

Chiuderà la “Festa per tutti”, alle 18 circa, il concerto per R/esistere “Tutto cambia” di Teresa De Sio, nel quale la “folksinger sì, ma d’autore”, come lei stessa ama definirsi, eseguirà dal vivo i suoi successi e musiche della tradizione popolare mediterranea, accompagnata da una band di sei musicisti.

Alla realizzazione della “Festa per tutti” del 25 aprile, in collaborazione con Radio Stella, hanno contribuito le aziende Abitcoop, Assicoop di Modena e Ferrara, Unipol assicurazioni, Grandi salumifici italiani e Coptip, tutte aderenti a Legacoop Modena, main sponsor della manifestazione.

In caso di pioggia le iniziative previste in piazza XX settembre si svolgeranno al Teatro Comunale “Luciano Pavarotti” di corso Canalgrande.