QUANDO A CREDERE IN UN PROGETTO È L’INTERA COMUNITÀ

Posted on
Si chiama Com-unity ed è un portale di crowdfunding (dall’inglese crowd– folla e funding– finanziamento) che permette di proporre progetti che possono essere sposati dalla comunità. Per proporre idee innovative in un periodo di difficoltà di raccolta fondi, ma anche per stimolare i concittadini a diventare parte attiva del cambiamento.

di Chiara Tassi

Selezionare idee vincenti, investire sulle persone e sostenere i progetti più innovativi: questo l’obiettivo del progetto “Com-Unity” promosso da Banca Interprovinciale e Studio SCOA. Il portale mira a dare visibilità ai vari progetti proposti, cercando così di favorire un finanziamento collaborativo dal basso.

Raggiunto l’obiettivo della campagna di finanziamento il progetto potrà prendere il via e allora anche un piccolo contributo sarà stato determinante per la sua realizzazione.

Chi deciderà di proporre un progetto su “Com-Unity” –il portale è diretto a vari tipi di realtà, dagli enti umanitari a quelli culturali, dall’etica alla solidarietà- sarà affiancato da un Business Coach –un tutor- che aiuterà a far decollare il progetto.
In caso di mancato raggiungimento della somma necessaria per l’avvio del progetto, Banca Interprovinciale restituirà tutti i soldi ai donatori.
La trasparenza dell’iniziativa e l’indipendenza rispetto all’organizzazione bancaria saranno garantite da un Comitato Etico composto da autorevoli personalità del territorio.

Per maggiori info: www.com-unity.it