UN MOBY DICK DAVVERO SPECIALE

Sabato e domenica, in occasione della Giornata delle Malattie Rare, le associazioni CREA e AMA FUORI DAL BUIO, portano in scena al teatro delle Passioni di Modena lo spettacolo “Moby Dick”, liberamente tratto dal romanzo di H. Melville. Uno spettacolo travolgente e profondo, tanto più quando a portarlo in scena sono ragazzi speciali.

Lo scorso anno, con l’allestimento “Finale di partita… e altri pezzi di scacchi” da S. Beckett, la Compagnia di Crea ha vinto l’Openfestival internazionale delle abilità differenti 2012. Quest’anno i ragazzi –la compagnia CreaTeatro che da 7 anni lavora insieme ed è quindi molto affiatata, e sul palcoscenico si vede!-si sono impegnati in un’altra sfida: la messa in scena del saggio“Moby Dick”. Sempre gli stressi i registi (Francesco Gallo e Vito Valente), che hanno fatto un grandissimo lavoro di rielaborazione, essendo quello di Melville un romanzo e non un’opera teatrale. Altissimo il livello degli attori.

L’appuntamento è per sabato 2 (ore 21) e domenica 3 marzo (ore 17 e 21) al Teatro delle Passioni di Modena. L’ingresso è gratuito.

Parallelamente allo spettacolo, dalle 16 alle 22.30, sarà proposto DIARIO DI BORDO, una mostra/itinerario tra gli appunti di Medicina Narrativa raccolti in due mesi di percorso formativo che ha visto coinvolti pazienti, familiari, ma anche professionisti della salute e studenti. La mostra illustra come fiabe e racconti, ma anche diari personali, possano aiutare il paziente a trovare senso e sollievo alla sofferenza, favorendo le relazioni, permettendo di trovare migliori alleanze alle pratiche e alle strategie terapeutiche. Tra i docenti del corso su cui è stata costruito l’itinerario anche Ugo Cornia e Giacomo De Nuccio, un ragazzo autistico che grazie all’uso del pc –e di genitori straordinari- è riuscito ad uscire dalla propria prigione ed aprirsi al mondo.

Lo spettacolo e la mostra saranno anche l’occasione per i volontari dell’Associazione Ama – Fuori dal Buio metteranno per presentare le nuove borse realizzate –proprio a ricordare Moby Dick- con le vele delle barche. Il ricavato servirà per sovvenzionare i progetti dell’associazione.