RACCOLTA ALIMENTARE – 16 FEBBRAIO 2013: DONATE 51 TONNELLATE DI GENERI ALIMENTARI

Un grandissimo ringraziamento alle migliaia di cittadini che hanno donato generi alimentari per circa 51 tonnellate e agli oltre 600 volontari che nelle giornate di sabato 16 e domenica 17 febbraio hanno realizzato la raccolta alimentare promossa da Rock No War, Porta Aperta Modena e Porta Aperta Carpi e l’Associazione Servizi per il Volontariato, in collaborazione con CoopEstense e NordiConad.

Non nascondiamo una grande soddisfazione per i risultati della terza raccolta alimentare realizzata da Rock NoWar in collaborazione con Porta Aperta di Modena e di Carpi, ai quali quest’anno si è aggiunta l’Associazione Servizi per il Volontariato di Modena (CSV di Modena). Il 2012 è stato un anno molto difficile per Modena e Provincia, alla crisi economica che messo in grandissima difficoltà numerose famiglie, si è aggiunto il terremoto dello scorso maggio. In queste condizioni raccogliere un quantitativo leggermente superiore a quello dell’anno
precedente, può essere considerato un grandissimo risultato.
Per i motivi di cui sopra, quest’anno la raccolta è stata promossa senza tanti clamori, non ci sono stati testimonial e si è puntato direttamente all’obiettivo. Sono state oltre 51 le tonnellate di generi alimentari a lunga conservazione raccolte, grazie alla generosità delle migliaia di persone che, nei supermercati di Modena, Formigine, Maranello, Spezzano, Sassuolo, Vignola, Nonantola, Castelfranco Emilia, Carpi, Mirandola, Castelvetro, Castelnuovo Rangone, Soliera, Spilamberto, Ravarino e San Cesario sul Panaro, hanno accolto l’appello dei promotori.

La ‘macchina organizzativa’ della raccolta alimentare, oramai oliata, è stata avviata già dal primo mattino di sabato, ed ha funzionato per tutta la giornata fino alla tarda serata. I gruppi di volontari all’entrata dei supermercati prima hanno sensibilizzato i clienti distribuendo volantini, poi raccoglievano i beni donati, mentre altri volontari con i mezzi di trasporto recuperavano gli alimentari raccolti. Già nel pomeriggio di sabato, si è iniziato a stoccare gli alimentari nelle casse, pronte per essere distribuite. Sono stati oltre 600 i volontari che hanno realizzato la raccolta: a loro un grandissimo ringraziamento. Un ringraziamento particolare agli insegnanti delle scuole superiori che hanno aderito ed agli studenti che si sono resi disponibili.
Rock No War, insieme a Porta Aperta di Modena e di Carpi si confermano quali organizzazioni che godono della fiducia dei modenesi, e questo è motivo di grandissima soddisfazione, e ci impegna a continuare nel nostro impegno verso chi fa più fatica qui a Modena, ma nello stesso tempo aiutare i popoli che vogliono uscire dalle guerre.

Per Porta Aperta di Modena, la raccolta alimentare costituisce una fondamentale fonte di approvvigionamento sia per garantire oltre 20.000 pasti caldi gratuiti tutte le sere per quasi un anno e per distribuire generi alimentari ad oltre 700 famiglie. Dallo scorso anno, alla raccolta alimentare hanno collaborato diverse parrocchie della città e dei vicariati contigui, in questo modo si aiutano anche i centri di ascolto e distribuzione locali che costituiscono importanti riferimenti per persone e famiglie in difficoltà a livello di quartiere, paese.

La situazione del resto della provincia, non è diversa, e quindi Porta Aperta di Carpi, potrà rafforzare con questa raccolta alimentare il proprio intervento sul proprio territorio a favore di persone e famiglie in difficoltà. Mediamente, ogni anno, sono 900 le famiglie ascoltate ed aiutate ogni, oltre 4.000 i colloqui effettuati, oltre 8.000 le sporte alimentari distribuite.
Rock No War con questa raccolta intende aiutare le popolazioni di una delle zone più martoriate del pianeta, il SUD Sudan, in particolare gli alimentari saranno destinati alla città di Gumbo, dove specialmente i bambini vivono in condizioni inaccettabili.

Infine parte dei beni raccolti andrà a favore di ‘Portobello’ il progetto di emporio sociale promosso dal CSV di Modena, Centro Servizi per il Volontariato, una iniziativa innovativa per aiutare quella fascia di famiglie a rischio di povertà che anche a Modena stanno aumentando nel corso di questi ultimi anni.

IL RISULTATO DELLA RACCOLTA ALIMENTARE 2013
PASTA 5.650 kg
RISO 10.830 kg
FARINA 7.843 kg
LATTE 9.124 lt
OLIO 2.949 kg
OMOGENEIZZATI 2.543 kg
TONNO 1.487 kg
POMODORO 3.866 kg
LEGUMI 5.613 kg
ZUCCHERO 354 kg
VARIE:  1.119 kg
Totale 51.018 kg