“DIMMI COSA CUCINI E TI DIRÒ DA DOVE VIENI”: A MODENA UNA FESTA PER GUSTARE LE TRADIZIONI CULINARIE MULTIETNICHE DELLA ZONA TEMPIO

Sabato 23 febbraio 2013 tutti i modenesi sono invitati, previa prenotazione, alla festa “Dimmi cosa cucini e ti dirò da dove vieni” organizzata presso la Parrocchia S. Giovanni Evangelista di via Diena 120 – Modena, dalle associazioni  “Via Piave e Dintorni” e “Porta Aperta“, per celebrare la conclusione di un bel progetto di inclusione sociale realizzato lo scorso anno nella Zona Tempio di Modena.

di Laura Solieri

Questo progetto di integrazione ha visto la realizzazione di una scuola di italiano per donne straniere e di un calendario con varie, gustose ricette dei paesi di provenienza dei residenti della Zona Tempio che sabato 23 febbraio verrà presentato durante la festa.

Il costo della cena è di € 8,00 con prenotazione obbligatoria all’indirizzo mail: info@viapiaveedintorni.it o al cell. 333 2582650 (ingresso libero dopo le 22.00)

“Quello che abbiamo realizzato nel 2012 è stata l’ideale prosecuzione del progetto pilota che realizzammo alcuni anni fa, con la collaborazione anche del Centro Culturale Ferrari e il contributo della Fondazione Cassa di Risparmio di Modena, il quale aveva pubblicato una ricerca che il prof. Daniele Cantini aveva realizzato sul quartiere Tempio, intervistando gli stranieri presenti in zona – spiegano i referenti delle due associazioni, Andrea Tomassone e Giorgio Bonini –  La ricerca  è stata lo strumento per individuare le “azioni” da effettuare nel quartiere per rispondere alle problematiche derivanti da una forte presenza di stranieri in una zona particolarmente limitata della città”.

La serata di sabato 23 febbraio, che si aprirà con un aperitivo di benvenuto alle 19.30 e a seguire la cena alle 20.15, è stata organizzata prestando un’attenzione particolare ai progetti sociali presenti sul territorio della Zona Tempio: la cena sarà infatti servita dal catering “Rimediando”, un catering sociale organizzato dalla cooperativa Mediando con lo scopo di far lavorare persone in condizioni di disagio. Queste persone, in particolare, saranno carcerati in permanenza al carcere di S. Anna di Modena e ospiti del centro di accoglienza della Caritas Porta Aperta.

Nel corso della serata saranno presentati i progetti sociali fatti nel 2012 nella Zona Tempio e dopo cena, canterà il coro “La Fonte di Cognento”, gruppo da sempre sensibile alle tematiche sociali  (tra le varie attività da esso promosse, ricordiamo l’organizzazione di un concerto a favore di Emergency con il Coro “T. L. da Victoria”, un progetto di Raccolta Fondi per la ricostruzione del Teatro di San Felice dopo i tragici eventi del maggio 2012, attività di scambio corale interculturale partecipando ad eventi come “Modena Gospel” e “African Choirs Night “ nelle edizioni del 2010 e del 2011).

La serata è realizzata con il contributo di Fondazione Cassa di Risparmio di Modena, Gulliver cooperativa sociale, almassimo food&fun, Mediando, Corale la Fonte, Centro Il Ponte, Don Bosco & Co. cooperativa sociale.