PREMIAZIONE DEI VINCITORI DEL CONCORSO “L’ICTUS CEREBRALE SPIEGATO DAI GIOVANI AI GIOVANI”

Posted on
Sabato 8 giugno, presso l’aula magna del liceo scientifico A. Tassoni di Modena, alla presenza di Renata Ferrari, Milena Cavazzuti e Giancarlo Pipino, rispettivamente presidente, vicepresidente e segretario di ALICe Modena (Ass. Lotta all’Ictus Cerebrale), della preside dott.ssa Luciana Contri e della prof.ssa Rosamaria Coppelli, responsabile dell’Educazione alla salute, ha avuto luogo la premiazione dei vincitori del concorso “L’ictus cerebrale spiegato dai giovani ai giovani”, bandito dall’associazione per sensibilizzare i giovani sul problema dell’ictus e dell’importanza di corretti stili di vita.

Dopo un breve saluto, sono stati illustrati i criteri di selezione degli elaborati pervenuti adottati dalla Commissione: pertinenza del tema proposto, correttezza ed efficacia del massaggio, impegno nella realizzazione e qualità tecnica dell’elaborato. Il primo premio, che è consistito in un assegno di 1500 €, è stato attribuito gli studenti della V A che hanno presentato un video nel quale viene simulato un episodio di ictus ad un loro compagno, dall’insorgenza dei sintomi all’intervento del 118, dando molta importanza all’immediatezza dell’intervento e alla chiarezza delle informazioni da fornire.

“Per avvicinare i giovani al problema dell’ictus cerebrale” hanno sottolineato i volontari dell’associazione “anziché organizzare incontri o conferenze, abbiamo scelto la formula del concorso, perché volevamo che i giovani diventassero parte attiva della comunicazione nei confronti dei loro coetanei, scegliendo le modalità e i linguaggi a loro abituali. Siamo molto soddisfatti del risultato raggiunto, perché nel video gli studenti hanno saputo trasmettere informazioni appropriate, quali l’importanza del riconoscimento dei segni dell’ictus e l’immediatezza dell’intervento del 118, non con drammaticità e ansia, ma con leggerezza senza trascurare la serietà della situazione”.

Il secondo posto è stato assegnato ad un racconto di P.G. della IV B che parla di un insegnante che, dopo un grave lutto, perde interesse per la vita, si abbandona a stili di vita disordinati, trascurando segni importanti e viene colpito da ictus, mentre al terzo posto si sono posizionati M. G. e C. S. della V A che hanno presentato un pieghevole che illustra vari aspetti della malattia.