UN NATALE PER PORTA APERTA

Si avvicinano le festività natalizie e con queste anche la voglia, per alcuni, di prestare qualche ora al servizio del prossimo tra una cena con i parenti e i regali da sistemare. Ma di che cosa c’è realmente bisogno? Abbiamo fatto il punto con Giorgio Bonini, direttore di Porta Aperta Modena.

di Chiara Tassi

Ormai il passaparola sulla necessità di volontari per distribuire i pasti a Natale e Capodanno è ben avviato e così, quest’anno, l’associazione ha già coperto tutti i turni della mensa, ma per chi vuole aiutare il prossimo con qualche ora di solidarietà nel corso delle prossime feste di Natale le opportunità ancora ci sono. Porta Aperta cerca infatti volontari per l’ex capannone diventato ora Arca e per l’apertura del Charity Shop, il nuovo negozio da poco inaugurato in centro storico a Modena (tutti i dettagli sulle strutture sul sito www.porta-aperta.org ). Chi fosse interessato può contattare Giogio Bonini al 345/7014504 oppure Porta Aperta allo 059/827870.

Per chi invece, data l’eccedenza di cibo ormai consueta nel corso dei nostri festeggiamenti natalizi, volesse consegnare alimentari al centro di Porta Aperta, Bonini ricorda “E’ fondamentale che quanto ci viene consegnato sia confezionato, chiuso e –ovviamente- non scaduto.  Tutto quello che raccoglieremo verrà poi utilizzato nei giorni successivi per la mensa dei bisognosi”.

Altra richiesta che arriva dall’associazione è quella di coperte e sacchi a pelo da destinare ai senza tetto “mai abbastanza –conclude Bonini- in questi di giorni di grande freddo”.