TELEMARKETING: TUTELATE LE ASSOCIAZIONI DI VOLONTARIATO

Le persone giuridiche, gli enti e le associazioni continueranno ad essere tutelati dal telemarketing. Non potranno quindi essere contattati se
iscritti nel Registro delle opposizioni né potranno ricevere, senza consenso, telefonate, fax, sms da sistemi automatizzati.

di Cristina Muzzioli

Il 16 novembre scorso è stato pubblicato in Gazzetta Ufficiale n. 268 il provvedimento del 20 settembre 2012 del Garante per la protezione dei dati personali riguardante l’applicabilità alle persone giuridiche del Codice in materia di protezione dei dati personali.

Il documento predisposto dal Garante, in particolare, prende piede dalle numerose istanze di segnalazione e di richiesta di pareri pervenute negli ultimi tempi, in ragione delle difficoltà operative riscontrate dai titolari dei trattamenti dei dati. Le modifiche apportate al c.d. Codice della Privacy in seguito alla conversione in legge del decreto “Salva Italia” hanno infatti creato non poca confusione in relazione alla disciplina ad oggi vigente. Lo stesso decreto, all’articolo 40, comma 2, esonerava le persone giuridiche, gli enti e le associazioni dall’applicazione delle regole salva-privacy, ancora valide invece per le persone fisiche.

L’Autorità è quindi intervenuta a chiarire che la disciplina del telemarketing, che prevede il divieto di effettuare telefonate promozionali verso chi risulta iscritto nel registro delle opposizioni, continua ad applicarsi, oltre che alle persone fisiche, anche alle persone giuridiche, agli enti e alle associazioni – comprese le associazioni di volontariato!

Questo in virtù della nozione di «contraente» contenuta nel Codice nella parte relativa ai servizi di comunicazione elettronica.
Il termine “contraente” ha sostituito nelle disposizioni del Codice quello di “abbonato”. E proprio il concetto di “abbonato”, ora “contraente”  – spiega il Garante – sulla base della direttiva europea 2002/58/CE,  è certamente applicabile tanto alle persone fisiche quanto a quelle  giuridiche.

In altre parole, le persone giuridiche, gli enti e le associazioni, se iscritti nel Registro delle opposizioni, non potranno quindi essere contattati da società operative nel telemarketing, né potranno ricevere, senza consenso, telefonate, fax, sms da sistemi automatizzati.