GIOVANI DEL NON PROFIT PER LO SVILUPPO DEL MEZZOGIORNO

Pubblicati sul sito www.gioventu.gov.it i due Avvisi di  “Giovani del non profit per lo sviluppo del Mezzogiorno”, l’iniziativa prevista nell’ambito del Piano di Azione e Coesione (Pac) e promossa dal Ministro per la Cooperazione Internazionale e l’Integrazione Andrea Riccardi, e dal Ministro per la Coesione Territoriale Fabrizio Barca.

Elaborati anche sulla base di un confronto con le parti interessate, il 18 settembre scorso a Napoli, questi avvisi mirano a sostenere i progetti del privato sociale per il rafforzamento della coesione socio-economica nelle Regioni Convergenza. Destinatari finali, i giovani under 35 del Sud Italia che attraverso associazioni di volontariato e privato sociale, cooperative ed enti senza scopo di lucro, potranno proporre idee per la valorizzazione di beni pubblici e il miglioramento dell’offerta di sevizi collettivi.

In particolare, il primo avviso “Giovani per la valorizzazione dei beni pubblici”  punta a sostenere il recupero di spazi comuni al fine di restituirli al territorio, dando impulso all’imprenditoria giovanile e all’occupazione sociale. Il secondo bando,” Giovani per il sociale”, è invece volto a favorire l’inclusione sociale, il coinvolgimento e il sostegno di giovani in condizioni di disagio, con l’obiettivo di promuovere la cittadinanza attiva e la solidarietà.

Le proposte progettuali andranno presentate entro 60 giornidalla pubblicazione in G.U. dell’avviso per “Giovani per il sociale”, mentre per “Giovani per la valorizzazione dei beni pubblici” entro 90 giornidalla stessa data.

Il 7 novembre 2012 è stata pubblicata sulla Gazzetta Ufficiale della Repubblica Italiana Serie Generale Anno 153°, n. 260 la comunicazione relativa agli avvisi “Giovani per il sociale” e “Giovani per la valorizzazione dei beni pubblici”.

Le domande vanno inoltrate a: Presidenza del Consiglio dei Ministri – Dipartimento della Gioventù e del Servizio civile nazionale, Via della Mercede, 9 00187 Roma.

Sarà possibile richiedere informazioni, a partire dalla data di pubblicazione in Gazzetta, inviando una e-mail all’indirizzo giovaninoprofit@governo.it . Le risposte saranno pubblicate sul sito www.gioventu.gov.it.