GIOCO D’AZZARDO: VITA LANCIA UNA PETIZIONE ON-LINE

Posted on
Sono 640 le persone che in Emilia-Romagna nel 2011 si sono rivolti ai Sert per dipendenza da gioco, ma si stima che  almeno 10mila sono esposte ad un alto rischio per questa patologia. Per sensibilizzare l’opinione pubblica Vita lancia una petizione on-line.

Vita lancia la sfida e insieme alla Casa del Giovane di Pavia ha steso un manifesto per cominciare a mobilitare associazioni e persone attorno a una delle vere emergenze sociali di questi tempi: il dilagare dell’azzardo che impoverisce le famiglie. «Il gioco» recita il Manifesto, «è attività per definizione libera, ma regolata. Il rispetto di norme puramente procedurali e formali, pur mantenendosi nella lettera della legge, ne contraddice lo spirito. Dobbiamo intervenire affinché non sia più possibile alzare la bandiera bianca dell’indifferenza dinanzi a un fenomeno che rischia di erodere i più elementari legami di comunità: fiducia, solidarietà, rispetto».

Per aderire al manifesto di Vita è sufficiente inviare una maila vita@vita.it con nome e cognome e la frase: “Io aderisco al Manifesto No Slot”

Intanto, mentre chiudono i negozi tradizionali, è boom di aperture dei locali dove è possibile giocare, mentre anche i circoli Arci stanno studiando una strategia per difendersi dall’attacco delle macchinette dell’azzardo.

Su Vita in edicola l’inchiesta di Marco Dotti e l’approfondimento sull’Arci firmato da Daniele Biella.