VIA AL CENSIMENTO ISTAT: 470MILA LE ORGANIZZAZIONI NON PROFIT CENSITE

La data di consegna della rilevazione è, per tutti, il 20 dicembre 2012. E sul non profit il presidente dell’Istat Enrico Giovannini specifica: “Analizzeremo non solo la dimensione economica ma anche l’impatto sulla cittadinanza attiva”. Qualche dubbio? Il CSV è a disposizione.

Riguarderà un campione di 260 mila imprese, oltre 470 mila organizzazioni non profit e 13 mila istituzioni pubbliche il 9° Censimento industria e servizi, istituzioni non profit e istituzioni pubbliche, presentato il 10 settembre a Roma dal presidente dell’Istat Enrico Giovannini. Una rilevazione che servirà –ha detto Giovannini- come “contributo alle decisioni di politica economica e per lo sviluppo”.

474.765, per la precisione, le istituzioni non profit che verranno censite, a 10 anni dall’ultima rilevazione sul settore. “Dopo dieci anni rientriamo in questo campo che è cambiato molto: nel 2001 le organizzazioni non profit censite erano 230 mila oggi sono più di 470 mila – prosegue Giovannini – È importante conoscere questo mondo e non ci fermeremo alla dimensione economica ma analizzeremo anche l’impatto in termini di cittadinanza attiva”.

Per quanto riguarda le zone colpite dal sisma in Emilia, il censimento sarà effettuato tenendo conto delle particolari condizioni delle imprese e delle organizzazioni non profit.

IL QUESTIONARIO
Pur assicurando la confrontabilità dei risultati con quelli delle passate edizioni del censimento, la rilevazione introduce novità di contenuto, con l’inserimento di nuovi quesiti sulla struttura organizzativa,
le reti di relazioni, l’ambito territoriale di riferimento, le risorse umane, il settore di attività, la tipologia di utenza, gli strumenti di comunicazione e le modalità di raccolta dei fondi.
In particolare, il questionario è diviso in sette Sezioni:
•?Dati anagrafici e stato di attività
In questa sezione si chiede di verificare i dati anagrafici dell’istituzione non profit, quali denominazione, indirizzo e codice fiscale e di indicare lo stato di attività dell’istituzione non profit in tre momenti distinti: al momento della compilazione, nel corso del 2011 e al 31 dicembre 2011.
•?Struttura organizzativa
Questa sezione intende raccogliere informazioni sulle caratteristiche strutturali e organizzative dell’istituzione non profit, quali la forma giuridica, l’anno di costituzione e lo status di non profit, rilevandone l’attitudine a operare in collaborazione con altre organizzazioni aventi obiettivi e/o finalità analoghe.
•?Risorse umane
Con la terza sezione del questionario vengono rilevate le informazioni riguardanti i volontari operanti presso le istituzioni non profit e i dipendenti in esse impiegati. In particolare si chiede di specificare le categorie professionali presenti (dirigenti, professionisti, operai, ecc.), il tipo di impegno richiesto (tempo pieno, part-time) e la tipologia contrattuale (permanente, a termine, collaborazione).
•?Risorse economiche
La sezione è dedicata alla raccolta delle informazioni su: risorse economiche disponibili, fonti di finanziamento, utilizzazione di entrate/proventi, distribuzione delle spese/oneri. Oltre al relativo ammontare delle stesse, il quesito ne richiede la distribuzione in base a tipologie definite. Si richiedono inoltre informazioni supplementari sulle entrate/proventi da finanziamento di progetti, sulle uscite/oneri diretti all’estero e sui sussidi, contributi ed erogazioni a terzi riportati nel passivo dello stato patrimoniale.
•?Attività
Vengono richieste in questa sezione informazioni inerenti le attività dell’istituzione non profit. I quesiti riguardano diversi argomenti, dal settore in cui l’istituzione opera, ai servizi erogati, alle tipologie di destinatari, fino agli strumenti di comunicazione e di raccolta fondi utilizzati.
•?Struttura territoriale: unità locali
La sezione ha l’obiettivo di rilevare informazioni relative alle unità locali delle istituzioni non profit, in particolare sulle risorse umane in esse impegnate e sul tipo di attività svolta nelle singole unità dislocate sul territorio.
•?Notizie relative al compilatore
La sezione richiede informazioni su chi ha compilato il questionario e alcuni riferimenti utili a contattarlo/a qualora fosse necessario. Il rispondente deve apporre la propria firma e la data in cui la compilazione è avvenuta.

I TEMPI
La spedizione dei questionari a imprese e istituzioni non profit è partita il 3 settembre e si  è conclusa il 14. Per tutte le rilevazioni il termine delle operazioni censuarie è il 20 dicembre 2012. I dati saranno diffusi entro la seconda metà del 2013. La data di riferimento del censimento è il 31 dicembre 2011.

PER INFORMAZIONI
Centro Servizi per il Volontariato di Modena – trova qui indirizzi, numeri di telefono ed e-mail a cui contattarci
Tariffe per le consulenze:
Odv socie: gratuito
Odv non socie: 20 euro
Altri soggetti del Terzo Settore: 30 euro

Sito web dedicato dell’Istat: http://censimentoindustriaeservizi.istat.it/