PER AIUTARE IL MALI

Dounya è un’associazione di volontariato che ha sede a Carpi che si occupa dell’integrazione degli immigrati che vivono in Italia e di esperienze di solidarietà a favore del Mali.

Il Mali è un Paese che ha nel cuore la storia (l‘Impero del Mali), la fratellanza (la Sanankuja), la cultura (sappiamo che la musica blues viene dal Mali e che la tessitura bogolan produce tessuti tra i più belli al mondo?), la tradizione (i Pays Dogon e Timbouctou sono patrimonio dell’Unesco).
Oggi la situazione d’instabilità in Mali parte dalla guerra in Libia; dopo che i sostenitori del regime di Gheddafi hanno perso la guerra contro la NATO, nel mese di gennaio 2012, i tuareg di origine maliana si sono procurati armi pesanti già in dotazione del regime e hanno arruolato mercenari pro regime per fare ritorno nel paese di origine con scopi tutt’altro che pacifici.
Giunto il momento di consegnare le armi al governo maliano questi ex combattenti di doppia nazionalità maliana/libica, insieme con i mercenari di ogni orizzonte da loro pagati, si sono rifiutati di consegnare gli armi e hanno aggredito i soldati dell’esercito maliano, minacciando e uccidendo le popolazioni ed i rappresentati delle istituzioni che si opponevano alle loro idee di dividere il paese e proclamare l’indipendenza unilaterale dell’area nord del paese, con l’obiettivo di creare un nuovo stato che si dovrebbe chiamare Azawad.
Vista la gravità della situazione, il governo ha cercato di negoziare con gli aggressori per trovare una soluzione pacifica alla crisi. Questo atteggiamento è stato considerato da una parte dell’esercito regolare come inadeguata, portando nel mese di marzo di quest’anno al colpo di stato.
Alcuni gruppi di integralisti islamici insediati nell’Africa Sub-sahariana hanno visto nel colpo di stato una opportunità per partecipare al conflitto con i ribelli al fine di applicare la sharia (legge wahabita) in tutta l’Africa occidentale e questo ha favorito la caduta in poco tempo di tre grandi regioni del nord del Mali (Timbouctou, Gao, e Kidal).
Le popolazioni dell’area nord del Mali, non condividendo la politica dei aggressori hanno cercato rifugio verso il sud del Mali (Mopti, Bamako ecc) e anche nei paesi limitrofi (Mauritania, Niger, Burkina Faso, Algeria), creando una crisi umanitaria senza precedenti nel Paese.

Se desideri rimanere in contatto con l’associazione e sapere come stanno procedendo i progetti, puoi scrivere a associazionedounya@gmail.com o telefonare al presidente dell’associazione Ousmane Cisse al n. 3475062233.

L’Associazione Dounya organizza una cena di informazione e solidarietà verso il popolo del Mali presso la FESTA PROVINCIALE DEL PD  MODENA PONTE ALTO- RISTORANTE TRADIZIONALE – sassuolo per MARTEDI’ 11 SETTEMBRE 2012 DALLE ORE 19. L’incasso sarà devoluto a Dounya quale contributo  per la spedizione nei campi profughi in Mali di materiali tessili e di vestiario donati all’associazione da un benefattore.

prezzo della cena: 20 euro – prenotazioni preferibilmente entro il 10 settembre all’indirizzo associazionedounya@gmail.com o al n. 3475062233