UNA FAVOLA PER RICOSTRUIRE LA SCUOLA ELEMENTARE DI MIRANDOLA DOPO IL TERREMOTO

Posted on
È passato un mese dal primo terremoto che ha cambiato il volto della pianura emiliana (ma anche lombarda e veneta) e, tra nuove scosse che non danno tregua, la situazione rimane difficile. Sono migliaia le persone assistite dalla protezione civile e moltissimi i bambini e i ragazzi costretti a terminare in anticipo la scuola e a sostenere gli esami in condizioni di emergenza.

Ai bambini hanno pensato l’editore modenese Carlo Bonacini (Edizioni Artestampa) e la scrittrice/illustratrice Antonella Battilani nel realizzare un libro per l’infanzia dal titolo “Cosa c’è sotto? Il terremoto a casa mia” (Edizioni Artestampa, Modena, 2012 – pp. 48, 15 € – contributi della geologa Milena Bertacchini e dello scrittore Marco Pennacchio), partendo dalla diretta constatazione che non è facile spiegare ai più piccoli che cosa succede quando c’è un terremoto. Non è facile nemmeno riuscire a trasmettere la calma e la serenità necessarie ad affrontare e superare l’evento, e saper rispondere adeguatamente alla domanda “perché?”.

Nato durante gli eventi sismici, il libro illustrato prova a invertire le parti, immaginando un bambino che spiega – a se stesso prima di tutto – il fenomeno del terremoto, e a piccoli passi, con l’aiuto della scienza e della fantasia, impara a convivere con “lui”.

Il volume è stato realizzato a tempo di record! Visto che dall’idea, alle copie finite, sono trascorsi appena 11 giorni!. I costi di produzione sono stati assorbiti completamente da un gruppo di persone e aziende, che nonostante la difficile situazione economica generale, hanno aderito con entusiasmo e grande generosità. (Roberto Armenia – Luigi Ottani – Alfa Prestampa – Architectural Printing – Legatoria Carfi – Plastificazione Cover – Eidos Allestimenti Grafici – Euroservizi – Fedrigoni – Radio Bruno – Tipografia Negri).

Il ricavato delle vendite sarà quindi interamente devoluto per la ricostruzione della scuola elementare Dante Alighieri di Mirandola, comune dove il 19 giugno i bambini del Centro estivo hanno letto e recitato insieme il libro per la troupe RAI di Carlo Valentini.  L’appuntamento è il primo di una serie: “Cosa c’è sotto? Il terremoto a casa mia?” verrà presentato e donato ai bambini dei campi di accoglienza di tutta la Bassa emiliana perché, come recita la filastrocca di Marco Pennacchio, “È questa la mia terra, è questa la mia gente/ la forza e la speranza di chi non ha più niente./ Che venga questo mostro, siam pronti a fare i conti,/ perché, per sua sfortuna, adesso siamo pronti!/ Dormiamo anche all’aperto, al caldo o infreddoliti,/ però, ve l’assicuro, saremo sempre uniti!”.