MANGIARE IN SALUTE: ORA UN SITO SPIEGA COME

Posted on
Ricette per stare bene o per cucinare con quello che c’e’ in dispensa, con un occhio alla salute e uno al palato. Si chiama “Sana cucina”  il sito creato dalla sezione di Bologna della Uildm (Unione italiana lotta alla distrofia muscolare) per offrire risposte a chi cerca informazioni e ricette per un’alimentazione equilibrata, gustosa e soprattutto adatta a prevenire danni alla salute o a contribuire alla cura di patologie.

Creato con il sostegno della Fondazione del Monte di Bologna e Ravenna e con la collaborazione di una equipe composta da operatori e volontari della Uildm, neuropsichiatri, dietologi e nutrizionisti dell’Ospedale Maggiore di Bologna, biologi molecolari di Lipinutragen (uno spin-off del Cnr) e i programmatori della software-house Dm Digital (che ne hanno realizzato struttura e algoritmi di ricerca), www.sanacucina.it e’ molto piu’ di un semplice (e dell’ennesimo) sito di ricette.

“Nel 70% delle malattie, e in particolare nelle distrofie muscolari, l’alimentazione puo’ essere la chiave per migliorare le condizioni di salute- spiega Antonella Pini, neuropsichiatra infantile e presidente della Uildm di Bologna- il sito tiene conto delle esigenze nutrizionali specifiche di varie patologie e delle proprieta’ antiossidanti di alcune sostanze che rallentano la degenerazione cellulare, traducendole in indicazioni pratiche con ricette buone e salutari costruite secondo basi scientifiche”.

Nato per chi ha una patologia neuromuscolare, il sito si rivolge anche a chi soffre di una malattia cardiaca, respiratoria e gastroenterica, oppure vuole semplicemente nutrirsi bene per evitare gastriti, colesterolo alto e osteoporosi. ”

La forza dei nostri progetti e’ rappresentata dal fatto di non limitarsi alla distrofia muscolare- dice Luigi Zironi, coordinatore per la Uildm di ‘Sana cucina’- certo, partiamo dai problemi e dalle esigenze dei nostri soci, ma cerchiamo di arrivare a una soluzione che possa essere di beneficio per tutti”.

Su “Sana cucina” un motore di ricerca permette di individuare antipasti, primi, secondi e dessert secondo propri gusti e condizioni di salute. Un altro algoritmo consente di cucinare con quello che si ha in casa. “Lo abbiamo pensato per chi e’ colpito da gravi e gravissime disabilita’ come quelle che la distrofia comporta e ha difficolta’ nel muoversi- continua Zironi- per loro vorremmo anche creare un servizio di consegna della spesa e di cuoco a domicilio”. Per ottenere una ricetta fai-da-te basta indicare gli ingredienti di cui si dispone e il livello di difficolta’. Il risultato della ricerca sara’ accompagnato da informazioni utili per sapere quanto la ricetta faccia bene (o male).

Il sito permette inoltre, compilando un form, di contattare un medico nutrizionista a cui rivolgere i propri dubbi e chiedere suggerimenti. Nella sezione sui consigli nutrizionali, infine, e’ possibile trovare informazioni su che cosa mangiare durante la gravidanza o nella terza eta’, oppure su che cosa sono i probiotici e i prebiotici e quali sono i cibi sono piu’ ricchi di sali minerali, enzimi e vitamine.

“Sana cucina” sara’ presentato mercoledi’ 16 maggio a Bologna in occasione di un convegno sull’approccio scientifico alla nutrizione nelle malattie neuromuscolari, organizzato dalla Uildm all’interno del salone della sanita’ e dell’assistenza Exposanita’.