LE “BUONE PRATICHE” DELLE ASSOCIAZIONI ALLA PROSSIMA CONSULTA

Posted on
Saranno esposti i progetti realizzati dalle associazioni all’estero. La Consulta invita presidenti e consultori a inviare i materiali.

Durante la prossima riunione della Consulta, le associazioni emiliano-romagnole all’estero avranno l’opportunità di presentare le loro migliori esperienze realizzate grazie ai progetti finanziati su bando della Regione Emilia-Romagna e anche grazie alle attività autonomamente organizzate. Come già annunciato dalla presidente Silvia Bartolini nella Consulta che si è tenuta a Salsomaggiore (Parma) nel settembre scorso, al centro della nuova riunione vi sarà la pubblicazione, su manifesti appositamente predisposti,  delle “buone pratiche” delle associazioni: i cartelloni saranno esposti in formato 70 x 100, con foto, brevi scritti e quant’altro serva a illustrare quanto fatto negli ultimi anni dai nostri sodalizi all’estero.

A tale scopo, la presidente della Consulta Silvia Bartolini ha inviato una lettera ai presidenti di tutte le associazioni e ai consultori residenti all’estero, per spiegare nei dettagli l’iniziativa, alla quale hanno già risposto 15 associazioni.

“Dopo quattro anni di sperimentazione, possiamo tracciare un quadro abbastanza preciso dell’esperienza del finanziamento dei progetti delle nostre associazioni all’estero”, ha detto Silvia Bartolini, invitando le associazioni a inviare quanto prima alla Consulta i materiali relativi alle “buone pratiche”, da utilizzare per i manifesti.