DA DOMANI A DOMENICA 29 MAGGIO NONANTOLA OSPITA IL PROGETTO EUROPEO PER LO SVILUPPO SOSTENIBILE “INATER”

Posted on
Dopo il primo incontro internazionale riservato ai promotori che si è tenuto in Italia lo scorso 6, 7 e 8 ottobre e che ha visto tra gli altri il comune di Nonantola come ente ospitante dell’evento, dal 25 al 29 maggio a Nonantola si terrà la seconda tappa del programma INATER,  un’iniziativa finanziata principalmente con fondi europei che nasce con la finalità di accompagnare la transizione degli attori economici quali imprese, professionisti e artigiani dell’edilizia verso tecniche e conoscenze sempre più orientate alle costruzioni sostenibili dal punto di vista ambientale.

In altri termini, l’obiettivo di questo progetto è quello di far conoscere e di specializzare alcuni operatori del settore in materia di edilizia sostenibile, per consentirne poi l’applicazione nei processi produttivi, con il vantaggio di avere case, locali commerciali e stabilimenti produttivi dotati di una maggiore efficienza energetica e di una migliore salubrità del costruito. Al Programma INATER’ partecipano per l’Italia l’Associazione Nazionale Architettura Bioecologica (ANAB), per il Belgio “Cluster-EcoCostruttion” e per la Francia “Etudes & Chantiers Bretagne et Pays de Loire”, GIP-FAR e AREF.
Il cantiere scuola che prenderà il via domani tratterà il tema degli intonaci, delle finiture e delle decorazioni in terra cruda, dal riconoscimento dei diversi tipi di terra, alle mescole per intonaci, dalla messa in opera al ripristino di quelli esistenti, passando per i diversi tipi di finiture e decori che possono essere realizzati con il più antico e ecologico materiale utilizzato dall’uomo per costruire la propria casa: la terra.

Al cantiere-scuola, che si svolgerà presso la “Casa della Guardia” della Partecipanza Agraria di Nonantola (che ha co-patrocinato il Programma INATER’), parteciperanno 15 persone provenienti da tutta Italia in rappresentanza di altrettante aziende del settore, selezionate in base ai criteri stabiliti con i partner europei. Tra i partecipanti saranno presenti alcuni nonantolani. Gli incontri saranno coordinati da Olver Zaccanti (referente per l’Italia di INATER’) e avrà fra i docenti-formatori uno dei massimi esperti in Italia in materia, ovvero l’architetto Sergio Sabbadini, che da diversi anni cura un corso sulla terra cruda al Politecnico di Milano.

Ci sarà anche Mary Jamin di Toulouse che fa parte dell’Associazione “Asterre” che organizza corsi sulla terra cruda in tutta Europa. Il corso fa riferimento al sistema europeo “ECVET intonaci e finiture in terra” e ai partecipanti sarà rilasciato un attestato riconosciuto a livello europeo.

Il prossimo cantiere-scuola di INATER’ sugli isolanti naturali, si svolgerà in giugno presso la “casa in mattoni di canapa e calce” in corso di costruzione a San Giovanni in Persiceto (BO). Info: www.inater.eu officinadelbuoncostruire@yahoo.it