VIGNOLA: GLI STUDENTI DEL CAMPO DI PROTEZIONE CIVILE HANNO PRESO PARTE A DUE RICERCHE DISPERSI. QUANDO DALLA TEORIA SI PASSA ALLA PRATICA…

Posted on
I ragazzi hanno partecipato, insieme ai volontari di Protezione Civile impegnati nel progetto, a due operazioni di ricerca dispersi sul territorio: una persona a Spilamberto ed un 14enne a Savignano

Si è svolto lo scorso fine settimana a Vignola il primo campo di protezione civile dedicato agli studenti delle scuole superiori del territorio, che hanno preso parte all’edizione 2011 del progetto “X Men/tanto per cambiare”, un percorso –attivo dal 2009 sul territorio del Distretto- che vede impegnati associazioni di volontariato, centri giovani ed enti nella sensibilizzazione degli studenti degli istituti superiori di Vignola rispetto ai temi della cittadinanza attiva.

Il progetto è inserito all’interno dei rispettivi P.O.F. (Piano dell’offerta formativa) degli istituti superiori di Vignola ed è sostenuto e coordinato dal Centro di Servizio per il Volontariato di Modena e cofinanziato dall’Unione Terre di Castelli e dal Copresc.

Il campo formativo di protezione civile è stato rivolto agli studenti delle quarte superiori degli Istituti di Vignola che dopo un primo momento di sensibilizzazione in classe, hanno potuto sperimentarsi in esercitazioni pratiche sul rischio idraulico, antincendio boschivo e avvistamento dispersi, radiocomunicazioni, soccorso sanitario.

Oltre alle esercitazioni gli studenti hanno potuto rendersi conto realmente di come si sviluppa un’azione di protezione civile. I volontari delle associazioni coinvolte nel progetto, infatti, sono stati impegnati durante il weekend su due allerte dispersi.
La prima allerta è stata dichiarata venerdì per una persona scomparsa a Spilamberto.
I volontari impegnati nelle ricerche hanno trovato -nel campo allestito per gli studenti- un punto di raccordo e di ristoro. Inoltre agli studenti è stato permesso di visitare la sala operativa mobile dei vigili del fuoco impegnati a coordinare le squadre di ricerca.
La seconda allerta è scattata sabato notte intorno alle 23.45 quando i carabinieri di Vignola hanno ricevuto la segnalazione della scomparsa di un quattordicenne di Savignano s/P. I carabinieri, a conoscenza del campo di formazione, si sono rivolti subito ai volontari affinché si attivassero per organizzare delle squadre di ricerca.
La tempestività dell’intervento dei volontari, coordinati dalle forze dell’ordine,  ha permesso di trovare il ragazzino alle 4.30 del mattino, cosa che non sarebbe stato possibile fare se i volontari non fossero già stati presenti all’interno del campo, ma fossero stati allertarti secondo la modalità tradizionale.

Ancora una volta, quindi, il volontariato si è affiancato alle forze dell’ordine in un’azione congiunta per il bene della comunità, ed i ragazzi si sono potuti rendere conto di quanto sia importante le formazione ed il lavoro di squadra per raggiungere un obiettivo.

Associazioni che hanno partecipato al progetto: Associazione Nazionale Alpini, Associazione Nazionale Carabinieri di Sassuolo, Associazione Rescue off Road Vignola, Gruppo intercomunale di Protezione Civile dell’Unione Terre di Castelli, Associazione Guide e Scout Cattolici Italiani, Pubblica Assistenza Vignola, Radio Club L. A. M. Spilamberto, Consulta Provinciale della protezione Civile.