PRESENTATO A BOLOGNA IL PROGETTO REGIONALE POVERTÀ

E’ stato presentato a Bologna lo scorso 9 dicembre il Progetto Regionale Povertà, nato dall’impegno di oltre 400 soggetti tra Organizzazioni di Volontariato e altre realtà del tessuto sociale dell’Emilia Romagna.

Il Progetto parte, non a caso, allo scadere del 2010 -Anno Europeo del Contrasto alla Povertà e all’Esclusione Sociale- e all’avvio del 2011, Anno Europeo del Volontariato. Tre sono le aree d’intervento: lavoro, beni alimentari di prima necessità e beni relazionali. Un milione e mezzo di euro le risorse messe a disposizione per la realizzazione degli obiettivi. I tre percorsi sono interdipendenti e mirano a fronteggiare aspetti specifici e concreti di un fenomeno multidimensionale come quello delle nuove e vecchie povertà che coinvolge fasce sempre più ampie di popolazione fino a includere lavoratori precari, giovani che provengono da famiglie disagiate, nuclei monogenitoriali, immigrati, lavoratori in cassa integrazione, anziani. I dati dell’Istat indicano che in Emilia Romagna il 3,9 % delle famiglie si trova in situazione di povertà relativa pari a poco meno di 75.000 famiglie.

Per informazioni:
info@csvemiliaromagna.it
www.csvemiliaromagna.it