DIRITTO UNIVERSALE ALLA SALUTE: L’AMBULATORIO PORTE APERTE DI VIGNOLA

Grazie a un accordo tra Ausl-Distretto di Vignola, Caritas Diocesana Modenese, Apa-Porta Aperta, Croce Rossa e l’Ong per lo sviluppo Globale Overseas, è stato attivato a Vignola, l’Ambulatorio Porte Aperte”, un servizio creato per tutelare il diritto alla salute di tutti, anche di chi – straniero o italiano – non è iscritto al Servizio Sanitario Nazionale.

Il diritto alla salute, sancito universalmente dalla Dichiarazione dei Diritti Umani, , in Italia è protetto dall’articolo 32 della Costituzione. Per tutelare il diritto a ricevere cure di chi non è iscritto al Servizio Sanitario Nazionale, un team di medici e infermieri volontari hanno dato vita, in accordo con la Ausl, l’Ambulatorio Porte Aperte, sito in via XXV aprile accanto al poliambulatorio dell’ospedale di Vignola.
Il  lunedì dalle 17 alle 18, il martedì dalle 11.30 alle 12.30 e ilvenerdì dalle 11 alle 12, i medici volontari effettueranno visite gratuite cercando di comprendere i bisogni dei pazienti avvalendosi dell’aiuto di mediatori culturali e daranno informazioni  sui servizi di sostegno a cui è possibile riferirsi per chiedere aiuto.
Il medico potrà poi inviare i pazienti al Cup della Ausl per il rilascio della tessera STP (“Straniero Temporaneamente Presente”) in conformità alla Legge 286/98,  richiedere esami diagnostici e visite specialistiche e  fornire alcuni tipi di farmaci in caso di necessità.

E’ possibile sostenere l’ambulatorio in molti modi, contribuendo a dare notizia della sua esistenza, aiutando i volontari a raccogliere e sistemare i farmaci, prestando servizio e mettendo a disposizione le proprie competenze medichee specialistiche per l’attività ambulatoriale per formare nuovi operatori o ancora per il lavoro di educazione  alla prevenzione e alla salute. (Nadia Luppi)

Per visualizzare il volantino del servizio clicca QUI

Per ulteriori informazioni
mmorandi.med@gmail.com