GIOVANI ALL’ARREMBAGGIO MIRANDOLA

Destinatari: studenti di scuola secondaria di 2° grado
Il progetto Giovani all’arrembaggio continua a sostenere e ad accompagnare le associazioni di volontariato nella sperimentazione di modalità di comunicazione sempre più efficaci con gli adolescenti che frequentano il triennio delle scuole superiori di Mirandola e Finale Emilia.

Anche gli elementi di valutazione forniti dai diversi soggetti che stanno contribuendo alla crescita del progetto, a vari livelli, hanno confermato l’importanza del progetto; le OdV/Enti (impegnate nel gruppo di coordinamento a gestire e a ripensare alle azioni formative, coinvolte nella scelta dei volontari che incontrano le classi e disposte ad accogliere gli studenti in stage), gli adolescenti (incontrati attraverso l’attività e, tra questi, quelli che scelgono di fare lo stage presso i centri operativi delle associazioni/enti), i docenti (disponibili a collaborare non solo durante le attività, ma anche fuori dalla scuola a riflettere con i volontari sul procedere del progetto), gli operatori del CSV (che svolgono attività analoghe nei distretti di Carpi, Modena, Frignano, Vignola e Sassuolo e che in questi anni hanno accettato e vissuto con entusiasmo l’esperienza di un gruppo di confronto che si incontrasse a scadenze regolari) hanno continuato a mettere in evidenza la positività dei principi di fondo su cui si basa il progetto e l’idoneità delle attività realizzate finora.

Il progetto Giovani all’arrembaggio pone un’attenzione primaria alla comunicazione tra mondo della scuola e mondo del volontariato; trattandosi di un progetto di sensibilizzazione, di promozione e non di reclutamento, le azioni messe in campo cercano di tutelare il diritto di tutti gli adolescenti di ricevere un’informazione corretta sul mondo del volontariato. La scuola è intesa come importante luogo di formazione dei più giovani, come un ambiente educativo strutturato, in cui si può incontrare la stragrande maggioranza degli adolescenti grazie alla collaborazione e alla mediazione dei docenti. I destinatari sono studenti di scuola media superiore.

Le associazioni di volontariato sono luoghi privilegiati dove sperimentare attività socialmente utili e in cui i giovani possono maturare idee nuove e/o prospettive sul loro ruolo nella società. In questa direzione si sta muovendo anche la Provincia di Modena che per l’anno scolastico 2010/2011 vorrebbe attivare una convenzione tra scuole del territorio, OdV, cooperative sociali, Comuni, enti locali per incentivare iniziative di cittadinanza attiva nell’idea che “tutti i provvedimenti disciplinari devono avere finalità educative”.

Scarica progetto: Giovani all’arrembaggio Mirandola