TARIFFE: IL GOVERNO NEGA LA COPERTURA

Posted on
Dopo un’odissea durata mesi sembra essere definitivamente sfumata l’opportunità del ripristino (parziale) delle tariffe agevolate per il mailing del non profit: il governo, infatti, ha respinto l’ordine del giorno che impegnava i 30 milioni di euro promessi, a compensazione del taglio sulle tariffe postali agevolate, previsto dal decreto legge 25 marzo 2010 n. 40, convertito con legge  22 maggio 2010, n. 73.

di Chiara Tassi

«Una nuova conferma dell’indifferenza di questo Governo all’azione concreta svolta ogni giorno dal non profit nel nostro Paese», ha dichiarato il deputato democratico Luigi Bobba a seguito della bocciatura dell’odg, firmato anche dagli onorevoli Fioroni e Gentiloni. Ma l’ex dirigente delle Acli non so è fermato qui: «Mentre la maggioranza si affanna a dare il proprio plauso a discorsi privi di contenuto, ci sono migliaia di associazioni che sono in forti difficoltà finanziarie e che non potranno più utilizzare l’editoria come mezzo di educazione e cultura».

Allo stop dell’odg il Governo ha fatto seguire il via libera ad un altro ordine del giorno sul tema delle tariffe postali, presentato dall’onorevole del Pdl Gabriele Toccafondi: l’odg accolto impegna il Governo a proseguire nella strada già intrapresa, studiando forme per agevolare l’editoria non profit ma, soprattutto, a promuovere un accordo quadro fra editori e Poste Italiane per arrivare alla stipulazione di tariffe convenienti, in linea con la normativa europea.