RACCONTARSI CON UN VIDEO: DALL’ASSOCIAZIONE MODENESE VOICE OFF AL MILANO FILM FESTIVAL

Dal 10 al 19 settembre torna nella capitale lombarda l’appuntamento con Milano Film Festival, 10 giorni di proiezioni di pellicole registi di talento. Ma c’è anche un’associazione modenese che ha fatto del video partecipativo una forma d’arte.

di Cristina Bianchi

Più di 3600 tra corti e lungometraggi, oltre 90 paesi in tutto il mondo. Questi i partecipanti alla XV edizione del Milano Film Festival che si terrà dal 10 al 19 settembre 2010 nella capitale lombarda.
Un’occasione per scoprire e promuovere registi giovani e di talento, attraverso le proiezioni che si terranno in 4 luoghi caratteristici della città, tra cui anche un acquario che offrirà laboratori per bambini e famiglie, per favorire un approccio alla cinematografia. E se l’anno scorso si sono tenute 377 proiezioni, quest’anno se ne aspettano almeno altrettante.

Otto le categorie in gara: Premio Miglior Lungometraggio, Premio Miglior Cortometraggio, Premio Aprile, Premio Focus Animazione, Premio del Pubblico, Premio dello staff, Premio della giuria studenti, Premio FAI il tuo film! Tra i giurati anche Niccolò Ammanniti e Roberto Saviano.
La XV edizione del MIlano Film Festival sarà un nuovo punto di partenza per un programma che conferma la direzione del festival alla scoperta del cinema più innovativo, coraggioso, di qualità.
In poche parole una scommessa sul futuro.

Anche Modena in passato ha partecipato al Milano Film Festival, con l’ONG Bambini nel deserto che ha presentato “L’Africa di Mamadou”, corto girato interamente in Mali.

Ma anche altre associazioni modenesi lavorano con lo strumento del video, con intenti di divulgazione di argomenti e realtà locali poco affrontate dai più comuni media, offrendo punti di vista anticonformisti e rendendo protagoniste le persone che vivono ogni giorno le realtà proposte.

L’associazione VOICE OFF si è costituita nel 2009 e lavora sulla tecnica del video partecipativo, la cui forza sta nell’essere uno strumento efficace per coinvolgere e mobilitare gruppi emarginati. Si intende aiutare tali gruppi attraverso un percorso che assume per certi versi carattere para-terapeutico, supportandoli nello sviluppo di una maggiore coscienza del proprio essere in relazione alla realtà che li circonda, così da identificarne le criticità e poterle direttamente esprimere attraverso un video.
Attraverso il diretto coinvolgimento di persone, gruppi e comunità soggette a esclusione sociale, emarginazione, discriminazione e sfruttamento, VOICE OFF realizza video e prodotti editoriali, fotografici, artistici sulle tematiche connesse all’integrazione sociale. Ma l’associazione oltre a realizzare opere audiovisive ed elaborati scritti sui temi dell’integrazione sociale, organizza anche iniziative di formazione, rivolte in particolare a giovani e studenti e aventi principalmente come oggetto la realizzazione di opere multimediali.

Per ulteriori informazioni sul Milano film festival: www.milanofilmfestival.it