DISABILITÀ: GRANDI PROMESSE, DA SETTEMBRE, PER GLI STUDENTI

Posted on
Incontro tra i dirigenti del Ministero dell’istruzione con Fish e Fand: le due federazioni parlano di ottimi risultati. Tra le novità lo stretto rispetto del tetto di alunni nelle classi con alunni disabili e la formazione per l’inclusione scolastica.

Dovrebbero produrre risultati operativi già a partire dal nuovo anno scolastico le istanze presentate in settimana da Fush e Fand ai dirigenti del Ministero dell’Istruzione. “Sarebbe un ottimo risultato -affermano le due ferezioni in una nota congiunta- tenuto conto anche del lungo silenzio di quel Dicastero su questi aspetti”.

Tra le questioni portate all’attenzione del Ministero, in primis, la composizione della classi: vi sarà, secondo quanto promesso, un più stretto rispetto del numero massimo di 20 alunni nelle prime classi (e quindi progressivamente in quelle successive) ove sono presenti bambini con disabilità. Inoltre, si eviterà la presenza di due bambini con disabilità per classe. Altro importante impregno è sulla formazione, sia dei dirigenti scolastici che di tutti gli insegnanti, sui temi e le soluzioni per l’inclusione scolastica.

Soddisfatte, quindi, le due Federazioni per l’esito dell’incontro “sia per l’attenzione finalmente dimostrata alle proprie istanze, sia per le apprezzabili proposte operative avanzate dal ministero”.
Ora si tratta solo di passare della parole ai fatti. E su questo, Fish e Fand vigileranno.