ABITI E OGGETTI USATI? SI RECUPERANO AL CAPANNONE DI PORTA APERTA

Posted on
Con l’avvicinarsi della bella stagione arriva il momento di fare spazio nei nostri armadi agli indumenti estivi: L’associazione di volontariato Porta Aperta, che dal 2008 gestisce Il Capannone – centro permanente di raccolta e distribuzione di indumenti ed oggettistica situato nei pressi della Madonna del Murazzo a Modena – invita i cittadini a portare qui gli abiti e gli oggetti che non si utilizzano più.

Nel “Capannone” di Porta Aperta da due anni vengono raccolti abiti, scarpe, mobili, oggetti non più utili a chi li possiede che a fronte di una piccola offerta, vengono distribuiti a quanti si trovano in difficoltà o a coloro che  hanno fatto una scelta di un nuovo stile di vita, basato sul riuso e la lotta allo spreco.
“Riutilizzare l’usato significa risparmio di materie prime, rispetto dell’ambiente, consumo responsabile e minor spreco, dando nuova vita a oggetti ancora in buono stato, che invece andrebbero ad accrescere la montagna di rifiuti che produciamo ogni giorno” ricordano gli operatori del Capannone, che in due anni hanno distirbuito oltre 7000 indumenti e oggetti.
Oltre a questo l’attività del Capannone e la raccolta delle offerte ivi condotta sono fonti di finanziamento per gli interventi di aiuto che l’associazione conduce a favore dei più poveri.
Il “Capannone” è in strada Cimitero S. Cataldo 117 a Modena ed è aperto nei seguenti orari:
Martedì, venerdì, sabato dalle 9.30 alle 12.30;
Lunedì, mercoledì, giovedì dalle 15 alle 18.30.
(Nadia Luppi)

Per informazioni:
Porta Aperta
http://www.porta-aperta.org/
tel.059 827870
e-mail: infoapa@porta-aperta.org