APPROVATO IL DDL SU CURE PALLIATIVE E TERAPIA DEL DOLORE

Posted on
Dopo un iter piuttosto lungo la Camera dei Deputati ha approvato in via definitiva il disegno di legge sulle cure palliative e la terapia del dolore, un testo che nasce dalla volontà di garantire migliori condizioni di vita ai malati e semplificare la somministrazione dei farmaci antidolore.

Alla terza lettura la Camera dei Deputati ha approvato con 476 sì e 2 astenuti  il disegno di legge su cure palliative e terapia del dolore. Grazie a questa legge il trattamento del dolore diventa parte integrante del percorso terapeutico di ogni paziente, e sarà più facile – questo almeno è ciò che ci si augura – tutelare il benessere e la qualità della vita dei malati.
Il disegno di legge implica l’adeguamento dei Servizi Sanitari Regionali a standard nazionali e l’attivazione, dove non sono presenti, di strutture adeguate in cui si potranno somministrare le cure palliative e antidolore. A questo scopo sono stati stanziati circa 150 milioni di euro per il primo triennio, una cifra ritenuta insufficiente da una parte dell’aula di Montecitorio.
Altro punto fondamentale della Legge riguarda la semplificazione della procedura di somministrazione dei farmaci in questione, tra cui oppiacei e derivati dalla cannabis: i medici del Servizio Sanitario Nazionale potranno infatti d’ora in avanti riferirsi al ricettario ordinario per prescrivere ai propri pazienti anche i farmaci anti dolore.
Al termine della discussione è stato sottolineato da un lato il carattere innovativo del ddl e dall’altro come esso riavvicini l’Italia agli standard europei.