DIABETE MELLITO, AL VIA IL PROGETTO DELL’ASSOCIAZIONE GIOVANI DIABETICI

La dimensione psicologica dei giovani pazienti affetti dalla patologia diabetica di tipo I è al centro di un programma di cura promosso dall’associazione modenese e coordinato dalla dottoressa Fabiana Zani
I bambini e gli adolescenti della nostra provincia affetti dal diabete di tipo I, già in cura presso il Dipartimento Materno-Infantile del Policlinico di Modena, sono al centro di un progetto dell’Associazione Giovani Diabetici di Modena (Agdm) che si prende carico della dimensione psicologica, emotiva e relazionale dei pazienti affetti da questa malattia.

Il diabete di tipo I, conosciuto anche come diabete mellito, è una delle patologie croniche più frequenti e in continuo aumento nell’infanzia e nell’adolescenza. E gli aspetti di natura psicologica non sono affatto secondari nel trattamento di questo diabete: il vissuto emotivo incide sulla qualità di vita del bambino, intacca la capacità di autogestione della malattia e mette a dura prova  le relazioni familiari ed extrafamiliari.

Il progetto, coordinato dalla dottoressa Fabiana Zani, a sua volta coadiuvata da un’equipe di pediatri e psicologi, ha lo scopo di favorire il benessere e migliorare la qualità della vita del bambino-adolescente, aiutandolo a mettere in atto risorse psicologiche adeguate a fronteggiare le difficoltà della malattia. In particolare, attraverso gli incontri di gruppo, gli obiettivi sono quelli di diminuire i livelli di frustrazione che la malattia provoca; aiutare il paziente nella gestione di ansie, paure e angosce; favorire la comunicazione “diretta” al fine di ridurre il rischio che il diabete possa diventare motivo di disagio e isolamento sociale.

I gruppi educativi, composti da bambini e adolescenti differenziati in base all’età, si riuniranno mensilmente e ciascun incontro avrà la durata di due ore circa.

Il progetto viene proposto quest’anno per la prima volta, con il concreto sostegno della Fondazione Cassa di Risparmio di Carpi. «L’idea», scrive l’associazione modenese, «è di promuoverlo e realizzarlo anche nei prossimi anni. Per questi motivi c’è bisogno di un reale sostegno da parte di enti, associazioni, istituzioni e mondo bancario. Migliorare la vita di questi bambini è un dovere di tutti».

Per info tel. 3408306757, info@agdmodena.it, www.agdmodena.it.

Il profilo dell’Associazione Giovani Diabetici di Modena (Agdm)

Nata nel 2008, l’associazione ha sede a Modena, in via Canalino 45. L’obiettivo primario è ottenere una sempre migliore assistenza sanitaria e favorire la diffusione di informazioni corrette che consentano ai giovani diabetici di avere un percorso di crescita uguale a tutti gli altri.

Agdm si occupa anche di numerose attività secondarie come la promozione e lo sviluppo di iniziative per assicurare adeguati mezzi di assistenza ai giovani e alle loro famiglie; il pieno inserimento dei ragazzi con diabete nelle attività scolastiche, sportive e lavorative; la promozione della ricerca scientifica e l’agevolazione della formazione di personale medico e paramedico, scolastico e sportivo; la diffusione delle informazioni sulla prevenzione e cura del diabete.