HOCKEY IN CARROZZINA: IL SEN MARTIN SCENDE IN CAMPO

Il 4 ottobre 2008 il Gruppo Sportivo Sen Martin, grazie al sostegno del Centro Sportivo Italiano e alla collaborazione di Uildm e dell’associazione Insieme si Può, ha dato vita alla prima squadra di hockey in carrozzina elettrica della provincia di Modena.

L’avventura della Sen Martin è iniziata quando Lorenzo Vandelli, che già praticava hockey a Bologna, ha deciso di mettere tutto sé stesso nella formazione di un team modenese. “Conosco bene le soddisfazioni che si provano quando ci si impegna a fondo in uno sport di squadra, ma so anche che per i disabili non è sempre facile trovare una dimensione agonistica adatta ai propri limiti. Così ho cercato di creare un contesto nel quale ci fosse spazio per la sana competizione sportiva ma anche per la pura gioia di stare insieme e credere nel gioco di squadra” racconta Lorenzo.
Con questo spirito è ormai più di un anno che gli atleti del Sen Martin – ora 15 in tutto, 13 uomini e due donne di età molto varia – si allenano ogni sabato pomeriggio nella Sala di via delle Genziane 18 a San Donnino di Modena messa a disposizione dal CSI, per dare il meglio di sé nel campionato di Serie A nel quale sono attualmente impegnati.

E anche in questo caso lo sport non è solo un modo per mettersi alla prova nella competizione: “Ho provato sulla mia pelle come lo sport sia un grande antidoto all’isolamento e alla solitudine perchè aiuta a forgiare il carattere e a migliorare l’autostima, e ho la riprova di questa dinamica positiva ogni volta che noto un atleta un po’ timido prendere coscienza delle proprie capacità e diventare passo passo più aperto alle relazioni e alle sfide”. A confermare questa idea è anche la testimonianza della madre di uno degli atleti più giovani, che spiega: dopo qualche titubanza iniziale ci siamo resi conto che l’hockey diventava via via sempre più importante per nostro figlio. Quando si allena non pensa più ad altro,  non vorrebbe mai smettere, e da quando è nella squadra sembra un po’ meno timido, un po’ più sicuro di sé. D’altra parte per noi genitori il sabato pomeriggio è una splendida occasione per condividere con lui le emozioni dello sport e per confrontarci con gli altri rispetto alle sfide quotidiane che la disabilità porta con sé”.

Al di là della dimensione aggregativa del gruppo tuttavia, non manca nel Sen Martin un sano spirito competitivo e una genuina voglia di vincere: “La vittoria piace nella stessa misura ai normodotati e ai disabili. Non ci accontentiamo di partecipare, ma ci impegniamo per conquistare dei buoni risultati” chiarisce Lorenzo, che da buon allenatore sa che è giusto tutelare lo spirito di squadra, ma conosce bene anche l’adrenalina della competizione e l’importanza di ottenere successi. “Quando nella prima partita di campionato abbiamo vinto 8 a 1 – racconta – l’entusiasmo e l’emozione hanno contagiato tutto il gruppo… A giudicare dalla gioia dei due atleti più giovani sembrava che avessimo vinto il Mondiale!”. “Naturalmente – prosegue Lorenzo – non sempre in ogni partita possiamo far giocare tutti, ma proprio perché sappiamo quanto sia importante per ognuno di noi avere opportunità di socializzazione, il sabato pomeriggio l’allenamento è aperto e mira a coinvolgere tutti coloro che desiderano accostarsi all’hockey.

Come spesso accade – tuttavia – anche il gruppo sportivo Sen Martin deve fare i conti con i consueti problemi logistici e di risorse: “Anche se fortunatamente possiamo contare sull’aiuto delle famiglie e nonostante la Uildm ci fornisca un pullmino per il trasporto delle attrezzature, restano le difficoltà di spostamento date da autonomia limitata, mezzi pubblici inaccessibili e trasporto sociale non sempre disponibile. Per altro verso abbiamo a che fare con i costi proibitivi delle carrozzine per l’hockey, un aspetto che a volte compromette la partecipazione degli atleti. Da buoni sportivi siamo contenti di quel che abbiamo avuto e conquistato finora – conclude Lorenzo – ma siamo sempre in cerca di nuove forze, di nuove risorse, di volontari che ci aiutino, e soprattutto di altri campioni!” (Nadia Luppi)

Per informazioni:
Gruppo Sportivo Sen Martin
e-mail: gs.senmartin@virgilio.it
Lorenzo Vandelli:
e-mail:    croco73@alice.it