Bando “Protezione delle specie a rischio estinzione” – quarta scadenza 2019 – Scadenza: 9 ottobre 2019

Posted on

Il Bando “Protezione delle specie a rischio estinzione” (Request for Proposal – Recovery of species on the brink of extinction) è volto a supportare progetti che arrestino un’ulteriore perdita della biodiversità tramite la realizzazione di piani di conservazione delle specie ed è indetto da National Geographic Society in collaborazione con la SSC (Species Survival Commission) dell’IUCN (International Union for the Conservation of Nature) e la Fondation Segré.

ENTE: National Geographic Society

DESCRIZIONE:

I progetti devono rivolgersi esplicitamente alle priorità pubblicate nei Piani di Azione (Piano di Azione per le specie e il Piano dei Progetti) dell’IUCN; nel caso in cui non vi siano Piani di Azione per determinate specie, la proposta di progetto deve includere una lettera di approvazione dal Gruppo Specializzato dell’IUCN SSC in cui si attesti che il progetto si rivolge ad una delle azioni di conservazione prioritarie.

Sono incoraggiate proposte che riguardino:

specifiche e rilevanti azioni prioritarie che prevengano l’estinzione di determinate specie;

progetti che includano il coinvolgimento attivo di ambientalisti junior;

progetti che supportino coordinatori ambientalisti provenienti dai paesi di intervento.

I progetti dovranno includere un chiaro approfondimento sulla conoscenza del tema e un piano di valutazione degli risultati ottenuti e sarà data priorità ai progetti che dimostreranno cambiamenti tramite indicatori quantitativi.

I progetti dovrebbero avere un budget inferiore 30.000 dollari U.S., tuttavia è prevista la possibilità di richiedere fino ai 50.000 dollari U.S; tali contributi dovranno essere utilizzati in uno o due anni. Per i costi relativi al compenso destinato a colui che candida il progetto e/o ai membri del suo team è previsto un limite massimo del 20% se essi non sono assunti a tempo pieno.

BENEFICIARI:

Possono presentare progetti singoli individui, i quali possono essere parte di un’organizzazione; i contributi verranno assegnati ai singoli “applicant” (i singoli individui che candidano il progetto), i quali possono decidere se farli gestire direttamente dall’organizzazione. I singoli individui possono essere membri o co-applicant di più progetti, ma project leader di uno solo.

Vai al sitohttps://www.nationalgeographic.org/funding-opportunities/grants/what-we-fund/species-recovery/