Controvento: una nuova associazione rivolti ai disabili gravi

Posted on

Costruire progetti innovativi di inclusione sociale rivolti alle persone con disabilità grave, aprendo all’esterno le attività dell’Asp “Charitas” di Modena. Con questo l’obiettivo è nata l’associazione “Controvento”, presentata nel corso di un incontro pubblico che si è svolto venerdì 5 aprile nella sede dell’Asp di via Panni a Modena.

A presiedere la nuova associazione, creata da una quindicina di professionisti modenesi tra medici, educatori, psicologi, fisioterapisti e i dirigenti dell’Asp, con il compito di promuovere la ricerca finalizzata all’inclusione delle persone con grave disabilità, è Ciro Ruggerini, neuropsichiatra infantile. Chiara Arletti, direttrice dell’Asp Charitas, è invece la vice presidente.

Tra le prime esperienze di Controvento spicca un innovativo percorso terapeutico tramite la barca a vela con la costituzione di un equipaggio, in collaborazione con le associazioni “Laungarotta”, Anfass e “Aut Aut”.

Nel corso dell’incontro per la presentazione dell’associazione sono state presentate anche le caratteristiche principali dell’attività dell’Asp “Charitas”, presieduta da Mauro Rebecchi, che vede come soci la Provincia, il Comune di Modena e la diocesi. L’azienda gestisce una struttura residenziale che ospita attualmente 60 persone con disabilità gravi, una residenza con otto persone con disabilità medie, una comunità alloggio con sei persone con disabilità lievi, oltre a un centro diurno che offre servizi assistenziali a circa 20 utenti. Impegnati a vari livelli in questa complessa attività, rivolta a quasi un centinaio di persone disabili, ci sono 120 operatori.