Partecipazione delle donne a conferenze Europee – Scadenza: 1 marzo 2019 

Open Society Fondations supporta iniziative che abbiano l’obiettivo di far aumentare il progresso nei campi della giustizia, dell’educazione, della salute pubblica, dell’indipendenza dei media e del rispetto dei diritti fondamentali. Con questo bando si propone di contribuire a trovare una soluzione alla sotto-rappresentazione delle donne alle conferenze internazionali di alto livello.

ENTE: Open Society Fondations

DESCRIZIONE:

Open Society Fondations supporta iniziative che abbiano l’obiettivo di far aumentare il progresso nei campi della giustizia, dell’educazione, della salute pubblica, dell’indipendenza dei media e del rispetto dei diritti fondamentali.

Con questo bando si propone di contribuire a trovare una soluzione alla sotto-rappresentazione delle donne alle conferenze internazionali di alto livello, problematica evidenziata nel report “An End to Manels II“. Le conferenze prese in considerazione riguardano discussioni su argomenti come politica estera; Unione Europea; criminalità, terrorismo e sicurezza; ambiente, clima ed energia; economia; e tecnologia. Tutte le risposte a questo bando devono avere come priorità l’aumento del numero di donne partecipanti in modo attivo a questi eventi.

Verrà data priorità a progetti che sviluppano idee attuabili per: connettere le donne di talento ai circuiti di conferenze in Europa; includere le speaker donne nelle liste di esperti da cui gli organizzatori di conferenze scelgono i relatori; guidare in modo più efficace le donne nelle think tanks e negli istituti di ricerca, con lo specifico obiettivo di promuovere la loro presenza nelle conferenze di alto livello.

Il programma non supporta organizzazioni partitiche, attivismo civico generico, richieste per il finanziamento di attività correnti.

BENEFICIARI:

Sono invitati a presentare proposte think tanks, organizzazioni che si occupano di organizzare conferenze, consorzi di organizzazioni per i diritti delle donne, organizzazioni del settore privato, istituzioni internazionali, governi e università appartenenti all’Unione Europea (incluso il Regno Unito).Sono considerate ammissibili le proposte di Progetto che sono presentate da un soggetto proponente in possesso di uno dei due requisiti: maggioranza degli organi direttivi costituita da giovani tra i 18 e 35 anni e che impieghino nelle attività progettuali almeno il 70% di figure professionali con un’età compresa nella stessa fascia; rappresentanza, negli organi direttivi, di giovani tra i 18 e 35 anni e che impieghino nelle attività progettuali almeno il 90% di figure professionali con un’età compresa nella stessa fascia.

Vai al sito https://www.opensocietyfoundations.org/grants/expanding-female-talent-pipeline-europe-call-proposals-2019-20190129