Polemica a San Felice: parla l’associazione La Pace

Posted on

Bufera politica a San Felice sul Panaro dopo la decisione di istituire, a partire da domenica prossima, in tre classi della scuola, lezioni di arabo e islam per circa 50 bambini tra i 6 ed i 14 anni, le cui famiglie provengono da Paesi nordafricani e arabi. Il progetto è realizzato dall’associazione ‘La Pace’. Abbiamo chiessto al Presidente dell’Associazione Abdellah Alioui di fare un pò di chiarezza.

“Il nostro obiettivo è quello di insegnare l’arabo a bambini di origine arabofona, quindi a chi già ha un po’ di conoscenza della lingua. Poi è ovvio che non si chiudono le porte a nessuno…”. Insomma, si tratta di bambini che già a casa parlano arabo e che, con queste lezioni, potrebbero imparare anche a leggerlo e scriverlo, in modo da consolidare la proprio cultura d’origine: “Io stesso, che sono in Italia da 25 anni – continua Andellah- ho imparato l’italiano a scuola, mentre l’arabo, che parlavo a casa, ho imparato a scriverlo e a leggerlo “a tempo perso” grazie proprio ad un progetto come questo. Lo stesso potranno fare anche questi 50 bimbi, perché sono questi i numeri di cui parliamo, che da domenica prossima, per circa 3 ore, potranno approfondire la conoscenza della loro lingua d’origine. Non vogliamo assolutamente ridurre quelle che sono le ore di scuola, nè tanto meno quelle di italiano, anzi, fosse per noi ne chiederemmo di più: ci teniamo infatti che chi si trova sul territorio abbia la possibilità di potersi confrontare con la realtà locale esprimendosi e conoscendo la lingua del posto”. Quello che ha alimentato la polemica è stato il fatto che l’associazione, per svolgere queste lezioni, abbia chiesto i locali della scuola del posto: “A San Felice siamo ancora alle prese con la ricostruzione post sisma, e tra questi ci sono anche quegli edifici che sarebbero stati eventualmente appetibili per un progetto come questo, in cui si necessita di aule, lavagne, banchi – puntualizza Abdullah- E’ per questo che ci siamo rivolti alla scuola”.

Chiara Tassi