Vivere il proprio territorio con partecipazione e divertimento: la storia della Proloco di Concordia

Posted on

Il legame verso il proprio territorio che si esprime in attività e iniziative di valorizzazione e coinvolgimento della cittadinanza, per vivere i luoghi in cui si abita in maniera più consapevole e divertente.

di Laura Solieri

È questo che fa la Proloco di Concordia, animata da tanti volontari attivi tra cui Simona Ferrari. Nella vita Simona gestisce con il suo compagno un’agenzia di onoranze funebri e ci racconta che le sue grandi passioni, oltre a sua figlia, sono i libri, i percorsi enogastronomici e il volontariato. “Il mio ruolo all’interno della nostra Proloco di Concordia è quello di jolly, che si presta a fare un po’ di tutto ma che si organizza in modo tale che durante le assenze per motivi di lavoro, nessuno rimanga in difficoltà – spiega Simona che predilige le mansioni grafiche o pubblicitarie per comunicare al meglio le attività della proloco – Mi sono avvicinata all’associazione e mi ci sono aggrappata fortemente per tornare a sentirmi utile e avere la sensazione di appartenere a qualcosa di importante, in uno di quei momenti della vita che capitano a tanti.

Improvvisamente disoccupata, con un famigliare malato da assistere, la vita in quel momento non mi sorrideva particolarmente. Insieme a tanti amici, abbiamo cominciato a pensare di ricreare il legame con le nostre radici che sempre più perdiamo, valorizzare non solo il prodotto locale e il territorio ma anche le persone, i nostri anziani e i nostri giovani, perché mancavano momenti di aggregazione, perché il terremoto aveva scosso edifici e coscienze”.

Simona, che è anche volontaria di “Nati per leggere”, racconta che mentre si dedicava del tempo a Concordia, si facevano progetti anche ambiziosi, si comprendeva che gli altri, in qualche modo, sanno accettare i nostri limiti, emergevano qualità che non si sapeva di possedere. “E quindi si migliora, si cresce. Si impara a mediare con gli altri, con le istituzioni. Ci si arrabbia, si litiga, si discute. Ci si commuove per la felicità di vedere un progetto che va a buon fine – dice Simona – La nostra associazione è un’ancora di salvezza e un approdo sicuro: la collaborazione con volti nuovi, la condivisione delle fatiche, le idee che ritornano a riaffacciarsi con entusiasmo generano nuovi stimoli, sempre con l’obiettivo di costruire qualcosa di migliore per il nostro paese”.

I prossimi appuntamenti della proloco prevedono una collaborazione per tutto il mese di dicembre con altre associazioni, nella gestione della pista di pattinaggio on ice che verrà posizionata in piazza Roma a Concordia. I volontari stanno anche preparando il cenone di Capodanno nella sala del teatro Splendor di Concordia, per poi arrivare alla festa del 6 gennaio, come tutti gli anni, in apertura del nuovo anno.

La necessità di nuovi volontari è attiva 365 giorni all’anno: è richiesta la disponibilità di un’ora ogni tanto, quello che ognuno può dare: per informazioni e comunicare la propria disponibilità si può telefonare al 389/4674689.

Per rimanere aggiornati sulle attività di Proloco Concordia la pagina facebook di riferimento è “Proloco Concordia”.