Vi racconto la solidarietà, sui muri

L’arte come mezzo di comunicazione straordinario per raccontare temi sociali importanti. Il volontariato come mondo inaspettato per intercettare giovani talenti artistici e dare loro l’opportunità di esprimersi e farsi conoscere.

di Laura Solieri

È successo ad Andrea Baraldi, in arte Drew, giovane writer di 20 anni di Modena diplomato al liceo artistico Venturi, ora studente di Grafica pubblicitaria all’Accademia “The Sign” a Firenze.

“Mi sono appassionato al Writing in terza media e il mio corso di studi mi ha permesso di migliorarmi in quest’arte e di imparare nuove tecniche di disegno, anche se il Writing non viene quasi mai trattato all’interno delle scuole” racconta Andrea che nei mesi estivi è stato coinvolto dal Centro Servizi Volontariato di Modena nell’iniziativa “Sosteniamo. La sostenibile bellezza dell’essere solidali” che tra giugno e luglio si è svolta al Parco Amendola. Questa collaborazione ha visto Andrea interpretare con la sua arte, sui muri del bar del parco, temi legati ai concetti di cittadinanza attiva, sostenibilità, solidarietà, per un risultato straordinario che rimarrà sotto gli occhi di tutti.

“Il colore è da sempre utilizzato come mezzo di comunicazione, al posto per esempio delle parole, ed è sicuramente un modo più rapido e diretto per esprimere certe emozioni o messaggi, è per questo che lo reputo un elemento molto importante e sicuramente difficile da gestire. In questo mio lavoro – spiega Andrea – ho cercato, essendo in un parco, di mantenere soggetti legati alla natura dato che i miei graffiti ricoprono quasi tutti i lati del bar “Loving Amendola” che ringrazio per l’opportunità.

Per me è stato molto bello ed è stata anche una sfida, perché solitamente quest’arte non è vista di buon occhio dalle persone mentre questa volta molti si sono interessati, fermati a guardare e alcuni hanno cercato di capire le tecniche utilizzate e il contenuto che ho espresso. La Street Art viene utilizzata come mezzo comunicativo da sempre e penso che le opere più importanti e conosciute siano proprio quelle che si legano a un tema di solidarietà o di lotta per degli ideali”.

Andrea racconta di essere stato positivamente influenzato da sua sorella che gli ha trasmesso la passione per l’arte e il writing in particolare: “Anche attraverso il Breaking mi sono avvicinato al Writing. Sto inoltre coltivando le mie passioni artistiche con un cooperativa che ho fondato insieme ad altri ragazzi che si chiama AF&Co: abbiamo tutti tra i 18 e i 24 anni e lavoriamo nei settori Spettacolo, Comunicazione e Moda. Il nostro intento è quello di creare un nuovo punto di riferimento sia per le aziende sia per gli artisti stessi”

Potete seguire il lavoro di Andrea Baraldi su Instagram @Drew.nri e su Facebook come Andrea Baraldi, e il lavoro della cooperativa AF&CO su facebook @AFCompany.it.