Ci aspetta un’estate bellissima al Chiosco di Marano

Posted on

“Fare volontariato significa mettere il proprio tempo e le proprie energie al servizio degli altri, senza desiderare nulla in cambio, a volte può essere pagante anche solo un sorriso da parte di coloro che stai aiutando.

di Laura Solieri 

Per alcuni, fare volontariato è una scelta di vita, per altri una vocazione, per me è un modo per dare qualcosa, non solo agli altri ma soprattutto a me stesso: eh sì, sono egoista – sorride Sandro Vacondio, 62 anni, presidente dell’associazione Magicamente Liberi di Savignano sul Panaro – Sono felicemente pensionato da un anno, e ciò mi da l’opportunità di dedicare più tempo al volontariato.

Sono genitore di un ragazzo con disabilità cognitiva e ho iniziato il mio percorso come volontario dell’Asp di Vignola e dopo vari incontri con altri genitori, come socio fondatore di Magicamente Liberi, nata nel 2016 per favorire il raggiungimento delle autonomie sociali e abitative delle persone con abilità differenti, per favorire e aumentare la fiducia nelle proprie competenze e il miglioramento dell’autostima personale”.

Magicamente Liberi si prefigge la partecipazione alla realizzazione di tutti quei progetti che sono rivolti ad aumentare l’autonomia delle persone con disabilità, tutto questo nell’ottica del “Dopo di Noi” “ma anche del “Durante noi” – spiega Sandro –

L’autonomia deve essere sociale, attraverso la creazione di nuove amicizie e la possibilità di sviluppare i propri interessi; giuridica, con la garanzia di tutti i diritti; abitativa, grazie alle residenze messe a disposizione dall’associazione e dai servizi; economica, attraverso l’inserimento nel mondo del lavoro.

Due anni fa, la nostra associazione si è costituita e grazie ad un’amministrazione sensibile ed intelligente le è stato dato in gestione il Chiosco all’interno del Parco delle Bocce a Marano sul Panaro, in via I maggio.

La presa in gestione ha visto il coinvolgimento di persone con abilità differenti in un progetto di utilità sociale e formazione lavorativa.

Grazie alla collaborazione tra Asp, Csv e Magicamente Liberi – prosegue Sandro – l’esperienza continua coinvolgendo circa 30 ragazzi diversamente abili e per noi è un risultato stupendo”. Anche per l’estate 2018 il Chiosco delle Bocce ci aspetta, aperto fino al 15 settembre.

“Quest’ anno, grazie ai corsi formativi fatti ai volontari e ai ragazzi dal Cescot Modena, è aumentata la professionalità del nostro servizio, così chi verrà al Chiosco potrà trovare competenza, capacità e perché no, anche un sorriso!”.

Dalle serate musicali con cocktails, gnocco e crescentine ai tornei di burraco e pinnacolo, proiezioni di film e diapositive, lettura di libri per adulti e ragazzi, torneo e lezioni di scacchi non ci si annoierà di certo quest’estate al Chiosco.

Per chi volesse mettersi in gioco e partecipare come volontario al progetto del “Chiosco delle Bocce” ecco i contatti: info@magicamenteliberi.it – 349 3564375.