Giornata del Braille 2018 a Modena

Nel pomeriggio di Sabato 17 febbraio in Piazza Grande a Modena l’Unione Italiana dei Ciechi e degli Ipovedenti di Modena propone una serie di iniziative gratuite e aperte a tutti per celebrare la Giornata Nazionale del Braille (21 Febbraio).

Visite guidate nello spazio “A Portata di Mano” e Flash Mob sonoro in Piazza. L’iniziativa è realizzata con il Patrocinio di: Comune di Modena e Leo Club Modena.

Sabato 17 Febbraio in Piazza Grande i Soci e volontari dell’Unione Italiana Ciechi e Ipovedenti di Modena propongono per tutto il pomeriggio attività dal sapore inedito e giocoso per coinvolgere i disabili visivi nella celebrazione della Giornata del Braille e per sensibilizzare la comunità ai temi della disabilità visiva in uno spirito positivo e leggero.
Dalle 15 alle 18 presso lo spazio “A Portata di Mano” a piano terra del Palazzo Comunale, i volontari accoglieranno i visitatori e li guideranno in un percorso multisensoriale ad occhi chiusi. I visitatori non vedenti potranno invece conoscere attraverso le riproduzioni 3D come è fatto il sito UNESCO di Modena, esplorare tattilmente Duomo, Ghirlandina e Piazza Grande e relative sculture. Sono previsti brevi itinerari anche per i più piccoli.

Per le visite è caldamente consigliata la prenotazione presso l’Unione Italiana dei Ciechi e degli Ipovedenti di Modena.
Alle 18:30 è fissato il concentramento in Piazza Grande per il Flash Mob sonoro. I soci e i volontari coinvolgeranno tutti in una performance per ricordare l’importanza della scrittura Braille, scoprirne l’attualità e avvicinarsi un po’ alla realtà quotidiana dei non vedenti. Unico requisito per partecipare: una torcia o un cellulare e la voglia di stare insieme

Le iniziative saranno impreziosite dall’accompagnamento musicale di Alberto Zanetti, socio della Sezione UICI Modena, che eseguirà proprie composizioni con le tastiere.
La Giornata Nazionale del Braille si celebra il 21 Febbraio, in concomitanza della giornata UNESCO per la difesa dell’Identità Linguistica, ed è volta a sensibilizzare la comunità sui temi della disabilità visiva.

Benché non sia più il solo, il linguaggio Braille è ancora oggi uno strumento cruciale per garantire ai ciechi l’accesso al patrimonio culturale scritto dell’umanità.
Louis Braille (1809-1852) perse la vista a soli tre anni. Figlio di un sellaio di Coupvray, studiò all’Istituto dei Giovani Ciechi di Parigi dove da adulto divenne insegnante. A partire da metodi di scrittura a rilievo già esistenti, inventò il codice a sei punti che da due secoli permette ai non vedenti di leggere e scrivere, di accedere alla cultura e partecipare alla vita di comunità.

La nascita del Braille è la storia di come attraverso la determinazione e la creatività, una condizione difficile – come quella del non vedente – si può trasformare in un’invenzione geniale che apre nuove prospettive di successo non soltanto al singolo inventore ma a tutti i disabili visivi che ancora oggi traggono grandi opportunità del suo colpo di genio.

Si ringrazia il coordinamento del sito UNESCO di Modena per la realizzazione dello spazio a “Portata di Mano”, un percorso tattile che grazie alla stampa 3D, le pagine web collegate e le didascalie in Braille, offre una migliore fruizione del sito UNESCO ai disabili visivi e propone un nuovo modo di percepire la bellezza a chi vede.

Per info e prenotazioni:
Unione Italiana dei Ciechi e degli Ipovedenti – Sezione Territoriale di Modena “Mariangela Lugli”
Via Don Milani n. 54, Modena
Tel.: 059/300012
e-mail: uicmo@uiciechi.it
Pagina Facebook: Unione Italiana Ciechi Modena Mariangela Lugli